Salvò una donna dalle gelide acque del Po, premiato il poliziotto eroe

Aveva usato le mani come remi per raggiungere il più in fretta possibile la donna che rischiava di affogare nelle gelide acque del Po di Piacenza mettendola in salvo: azione meritoria e coraggiosa messa in atto dall'assistente della polizia di stato Daniele Righi, premiato il 15 gennaio al teatro Testoni di Bologna, alla presenza di autorità civili e militari. 

Più informazioni su

Aveva usato le mani come remi per raggiungere il più in fretta possibile la donna che rischiava di affogare nelle gelide acque del Po di Piacenza mettendola in salvo: azione meritoria e coraggiosa messa in atto dall’assistente della polizia di stato Daniele Righi, premiato il 15 gennaio al teatro Testoni di Bologna, alla presenza di autorità civili e militari. 

Al giovane operatore delle volanti della questura di Piacenza è stato conferito il premio “Difesa e sicurezza in Emilia Romagna”dall’associazione Andromeda, giunta alla decina edizione, per le doti di coraggio ed altruismo dimostrate. L’agente, senza attendere l’arrivo dei vigili del fuoco, aveva utilizzato la piccola imbarcazione di un cittadino per raggiungere la donna in acqua, riuscendo a trascinarla poi a riva non senza difficoltà, tanto da dover poi ricorrere alle cure del pronto soccorso.

Righi, premiato insieme ad altri colleghi che si sono distinti nel corso dell’ultimo anno nelle loro attività sul territorio regionale, ha ricevuto un attestato di benemerenza e una medaglia.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.