Quantcast

Al Beltrametti i Lyons si arrendono alle Fiamme Oro (16-29) foto

Ai Lyons Piacenza non è bastata un’ora di partita giocata ad armi pari per superare un avversario concreto e cinico, capace di sfruttare nel migliore dei modi ogni errore commesso

Più informazioni su

Sitav Rugby Lyons – G. S. Fiamme Oro Rugby 16-29

Sitav Rugby Lyons: Thrower; Bruno, Hill, Forte, Subacchi; Zucconi, Via (22’ st. Pasini); Ward (cap), Cornelli (27’ st. Ferrari), Cissè (36’ st. Bance); Ortis, Baracchi (13’st. Fornari); Fraser (36’ st. Salerno), Daniele (18’ st. Cocchiaro), Lombardi (24’ st. Pallaro). All. Bertoncini.

G. S. Fiamme Oro Rugby: Sapuppo; Sepe, Quartaroli (39’ st. Massaro), Valcastelli, Seno (24’ st. Gasparini); Azzolini, Marinaro (31’ st. Calabrese); Zitelli (18’ st. Favaro), Amenta, Marazzi; Callander, Mammana (18’ st. Cazzola); Di Stefano (13’ st. Cerqua), Vicerè (13’ st. Ceglie), Naka (cap) (1’ st Cocivera). All. Eugenio.

Marcatori: p. t. 5’ cp. Azzolini (0-3), 11’ cp. Azzolini (0-6), 18’ m. Thrower (5-6), 26’ cp. Azzolini (5-9), 32’ cp. Hill (8-9), 40’ cp. Azzolini (8-12); s.t. 3’ cp. Hill (11-12), 7’ m. Amenta tr. Azzolini (11-19), 12’ m. Daniele (16-19), 21’ cp. Azzolini (16-22), 26’ m. Quartaroli tr. Azzolini (16-29)

Ai Lyons Piacenza non è bastata un’ora di partita giocata ad armi pari per superare un avversario concreto e cinico, capace di sfruttare nel migliore dei modi ogni errore commesso dai bianconeri. Dopo una prima frazione di gioco conclusasi in equilibrio, le Fiamme Oro hanno sfruttato alcune ingenuità dei leoni piacentini scavando un solco incolmabile.

L’incontro si è aperto con gli ospiti a dettare il ritmo sfruttando una discreta superiorità in mischia ordinata che veniva poi puntualmente trasformata dal piede del quasi infallibile Azzolini. Alla concretezza della formazione della Polizia di Stato, i Lyons hanno reagito provando ad aprire il più possibile il gioco al largo. La prima meta dell’incontro viene marcata proprio dai bianconeri con una splendida azione impostata da Zucconi e poi concretizzata grazie ad un passaggio smarcante di Subacchi a Thrower.

Le Fiamme Oro allungano ancora, ma tra i due calci degli ospiti c’è anche posto per un piazzato di Hill. Le due squadre vanno quindi negli spogliatoi sull’8 a 12 per le Fiamme Oro. Nella ripresa i Lyons tornano in campo concentratissimi e accorciano subito le distanze con Hill, ma dopo soli quattro minuti subiscono la meta degli ospiti, arrivata al termine di una splendida multifase che porta Amenta a scardinare la difesa dei Lyons e a finalizzare nel migliore dei modi una situazione di superiorità numerica. La risposta degli uomini di Achille Bertoncini però non si fa attendere e al 52’, sul ribaltamento di fronte, è Adriano Daniele a marcare e riportare i bianconeri a tre punti di distanza.

I cambi dalla panchina premiano le Fiamme Oro e il divario in mischia ordinata cresce rendendo sempre più difficile per i Lyons poter disporre di palloni puliti. Le Fiamme Oro ancorano il proprio gioco agli avanti e tornano a marcare con il piede di Azzolini al 61’. Quattro minuti l’episodio che cambia la partita: Azzolini svirgola un calcio di punizione che non raggiunge i pali, la difesa dei Lyons però è distratta e una clamorosa incomprensione consente a Quartaroli di recuperare il pallone e schiacciare facilmente in meta. La marcatura taglia le gambe ai Lyons e pone fine alle residue speranze di vittoria. Nei minuti finali i bianconeri provano a segnare la meta che varrebbe un punto di bonus ma la marcatura non arriva e l’incontro si conclude sul 16 a 29.

Il tecnico bianconero Achille Bertoncini recrimina per i troppi errori commessi: «Abbiamo regalato troppi punti per errori nostri e l’ultima meta ne è un chiaro esempio. Nel primo tempo siamo riusciti a mettere molta pressione, mentre nella ripresa ci siamo disuniti e abbiamo perso efficacia. Siamo combattivi, stiamo crescendo e un punto oggi ci poteva stare».

Autore della seconda meta bianconera, Adriano Daniele vede segnali di crescita accompagnati da troppi errori: «Da ex laziale fare meta alle Fiamme Oro ha un sapore speciale, ma purtroppo non è bastato. A questo livello ci sono degli errori che non si possono commettere perché gli avversari sono subito pronti a sfruttarli. La meta subita sul calcio di Azzolini è stata come una secchiata d’acqua gelida che ci ha tagliato le gambe. Stiamo comunque crescendo molto rispetto all’andata e dovremo arrivare pronti alla partita con la Lazio».

A.S.D. Rugby Lyons Piacenza
L’addetto stampa
Alessandro Biasion

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.