Quantcast

“Alla Faggiola la vetrina dei sapori piacentini” il Ministro benedice il progetto foto

Dario Franceschini a Piacenza ha visitato la corte agricola de La Faggiola di Gariga di Podenzano (Piacenza): ha ricevuto il progetto di riqualificazione finanziato con i fondi del Ministero dei Beni Culturali 

La vetrina dei sapori e dell’agroalimentare made in Piacenza. E’ la nuova vita della corte agricola de La Faggiola di Gariga di Podenzano (Piacenza), grazie al progetto di riqualificazione finanziato con i fondi del Ministero dei Beni Culturali. 

Il Soprintendente alle Belle Arti e Paesaggio per le Province di Parma e Piacenza Giancarlo Borellini ha consegnato nelle mani del Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, alla sua ultima tappa della mattinata a Piacenza, il progetto di riqualificazione della Faggiola. Il Ministro, accompagnato dal Sottosegretario Paola De Micheli è stato accolto dal presidente della Faggiola srl Filippo Arata, dall’assessore regionale Paola Gazzolo, dal sindaco di Podenzano Alessandro Piva e dagli altri rappresentanti delle istituzioni del territorio. 

La Faggiola diventerà una “cittadella” dei sapori piacentini: agli spazi convegnistici e al ristorante tipico, si affiancheranno le nuove sedi dei consorzi tipici, quello dei vini, dei salumi e il Consorzio Piacenza Alimentare diretto da Sante Ludovico. Sarà custodito alla Faggiola anche il diploma del record Guinness della pizza più lunga del mondo, conseguito nel giugno scorso a Expo Milano.

Il Sovrintendente Borellini ha spiegato che “sarà oggetto della prima tranche del finanziamento da 180mila euro (su complessivi 380mila euro stanziati dal Ministero in tre anni) la palazzina direzionale (nella foto)”. “In particolare al piano terra – ha aggiunto – saranno realizzati tutti i nuovi impianti”.

Paola De Micheli ha raccontato la genesi del progetto di rilancio: “Abbiamo iniziato dall’organizzazione del record della pizza più lunga del mondo a Expo per riunificare tutte le realtà agricole piacentine; per dare continuità a quel progetto abbiamo deciso di valorizzare questo luogo. Una corte agricola che ha una storia lunga un secolo che aveva la necessità di un rilancio.

Abbiamo così deciso di fare un investimento sulla cultura del cibo dopo aver affrontato le fatiche di Expo insieme. Dopo qualche discussione, abbiano costruito un progetto che affida ai consorzi tipici un ruolo fondamentale, a cui affiancare la ristorazione piacentina di eccellenza e tante altre iniziative promozionali. Questa sarà la vetrina dell’agroalimentare piacentino dove raccogliere i prodotti di alta qualità del nostro territorio, la Faggiola sarà il luogo dove raccontare le nostre eccellenze che in passato non siamo stati in grado di promuovere a pieno. Grazie al Ministero dei Beni culturali e  al suo fondamentale contributo”.

Le conclusioni sono state affidate al Ministro Dario Franceschini, che ha rilevato come “sia stato perso tanto tempo in passato nel valorizzare al meglio le ricchezze turisti che e culturali italiane”. “Questa iniziativa va nella direzione indicata – ha chiuso – dal nostro Ministero con l’enogastronomia come elemento fondamentale di attrazione. Se sappiamo mettere insieme la qualità dell’offerta culturale con quella gastronomica e quella della moda, vuol dire che stiamo facendo il meglio per l’Italia e il suo patrimonio immenso, proprio come dice la nostra Costituzione all’articolo 9”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.