Biblioteche, prestiti in crescita del 12,46%. Bignardi la più richiesta foto

E’ stato presentato stamattina, 1 febbraio, un bilancio dei dati relativi al 2015 delle biblioteche comunali di Piacenza. Presenti all’incontro l’assessore alla cultura Tiziana Albasi, la direttrice Rosella Parma e i funzionari della biblioteca Passerini Landi Graziano Villaggi, Maria Elena Roffi e Daniela Morsia.

Aumentano i prestiti nelle biblioteche comunali di Piacenza. A tracciare un bilancio del sistema cittadino con l’ausilio dei dati per il 2015, è stata l’assessore alla cultura Tiziana Albasi, insieme alla dirigente Rosella Parma e i funzionari della biblioteca Passerini Landi Graziano Villaggi, Maria Elena Roffi e Daniela Morsia.

La PasseriniLandi, per l’anno 2015, mantiene il numero di utenti attivi più alto della città, con 5886 prestiti sui 10.549 totali delle altre biblioteche (comprendendo anche le biblioteche Dante, Farnesiana e Giana Anguissola). Rispetto al totale dei prestiti, tuttavia, i dati degli ultimi cinque anni registrano un incremento dei prestiti del 12,46%.

Per le attività libere culturali e didattiche per ragazzi e adulti sono stati registrati 265 incontri e 5735 presenze, mentre le attività di animazione, visite guidate e laboratori rivolti alle scuole, segnano una presenza di 9.175 persone, di cui quasi 8mila ragazzi. Le presenze complessive alle attività culturali delle biblioteche ammontano a 14.910 persone.

Nonostante i giovani, soprattutto studenti universitari, rimangano i maggiori frequentatori delle biblioteche, dati “sorprendenti” sono quelli relativi all’età degli utenti attivi delle biblioteche cittadine: in particolare la biblioteca Dante registra ben 413 utenti attivi della fascia 61-90 anni, mentre per la fascia 41-60 è la Passerini, con 1691 utenti, ad avere la meglio.

LE RICHIESTE – Per la biblioteca per ragazzi Giana Anguissola, che solo lo scorso anno ha registrato 2090 utenti attivi, particolare richiesta per le riviste dei classici Disney e per i Focus junior, mentre i libri più amati rimangono la serie di Harry Potter, il “Piccolo giallo” di Marco Lionni e le avventure di Geronimo Stilton.

Dagli scaffali dei libri per adulti delle biblioteche della città, i libri più richiesti sono stati:

– “L’amore che ti meriti” di Diana Bignardi
– I romanzi di Andrea Vitali ( “La ruga del cretino”, “Biglietto, signorina”)
– “I segreti di Gray Mountain” di John Grisham
– “La relazione” di Andrea Camilleri
– “La moglie magica” di Sveva Casati Modignani
– “La regola dell’equilibrio” di Gianrico Carofiglio

Significative richieste anche per le riviste: alla Passerini Landi le più lette sono “The economist” ed “Internazionale”, seguite da “Speak up, l’audiomensile per il tuo inglese”, “La cucina italiana” e “AD: Architectural Digest”.

Riguardo l’affluenza dei giovani studenti di questi giorni alla Passerini Landi, l’assessore Albasi e la direttrice Parma hanno accennato ad un nuovo progetto di riqualificazione delle aree della biblioteca, con l’integrazione della sala computer alla narrativa contemporanea.

Per la sezione didattica e promozione alla lettura, le iniziative di febbraio 2016 alla biblioteca Passerini sono le seguenti:
– Lunedì 8: “Ho sognato la cioccolata per anni” – Giornata della Memoria 2016. Letture da diari di bambine sopravvissute ai campi di concentramento alternate al testo delle leggi razziali italiane e al Manifesto della razza del 1938
– Giovedì 18: presentazione libro “Pagine inedite di Maria Enrica d’Agostini”, con voce di Elias Canetti. Conversazione con l’autric
– Gruppo di lettura: “La fune”, di Stefan Aus dem Siepen

In preparazione:
– Giovedì 11: incontro con don Gino Rigoldi, cappellano del Carcere minorile Cesare Beccaria di Milano; presentazione del suo ultimo libro “Non amate troppo Dio, la felicità è anche di questa terra”.

Daniela Tucci

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.