Quantcast

Fiorenzuola “Venti mesi per completare il nuovo ospedale” FOTO e VIDEO foto

Posa della prima pietra per il nuovo padiglione dell'ospedale di Fiorenzuola. L'assessore regionale Venturi ha annunciato risorse per il blocco operatorio e l'arrivo della facoltà di fisioterapia da Parma

Più informazioni su

Prima pietra per il nuovo ospedale di Fiorenzuola (Piacenza): ci vorranno 20 mesi per completare il padiglione in corso di ricostruzione. Lo ha affermato il direttore dell’Ausl di Piacenza Luca Baldino nel corso della cerimonia all’interno del cantiere, sabato 13 febbraio.

L’assessore regionale alla Sanità Sergio Venturi ha annunciato risorse (2 milioni di euro) per il blocco operatorio e l’intenzione di fare di Fiorenzuola una sede della facoltà di fisioterapia di Parma.

Presenti le istituzioni del territorio al gran completo con il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, il Sottosegretario all’Economia Paola De Micheli, il parlamentare Marco Bergonzi e l’assessore regionale Paola Gazzolo. Ai margini dell’iniziativa, alcuni gruppi di cittadini hanno manifestato dissenso con risate di scherno e altre contestazioni. 

A Bonaccini è toccato simbolicamente posare il primo mattone del nuovo edificio (nella foto)

Il direttore Baldino ha aggiunto che quello di oggi è “un giorno importante per tutta la Regione e per il territorio. La Regione riuscì a trovare 10 milioni di euro quando ci fu il problema del blocco B del vecchio nosocomio due anni fa, e oggi ne mette ancora 2 milioni sul piatto”. 

COMPIANI: “IL TEMPO CI DARA’ RAGIONE” – Il sindaco di Fiorenzuola Giovanni Compiani ha affermato: “La presenza del presidente Bonaccini, dell’assessore Venturi e dei consiglieri regionali dimostra la vicinanza della Regione a Fiorenzuola, così come tutti i parlamentari. Grazie anche al direttore Asl Baldino.

La chiusura del padiglione B ha gettato nello sconforto la cittadinanza, atto che nessuno ha cercato e voluto. Ma davanti alle perizie sulla stabilità in caso di sisma non potevamo fare altro. E se fosse successo qualcosa?

Chi ha gridato in questi anni allo scandalo ci avrebbe accusato di aver tenuto nascosto delle informazioni. È’ stata scelta la strada più giusta per risolver la situazione, il tempo ci darà atto che abbiamo salvato l’ospedale. Ringrazio la Regione per aver trovato risorse aggiuntive per il blocco operatorio. Oggi è un bel giorno, avremo un ospedale che sarà efficiente per i prossimi 30 anni. Fiorenzuola però ha bisogno anche della casa della salute”. 

Il presidente della Provincia Francesco Rolleri ha detto: “Rimango molto sorpreso nel momento in cui si va a ricostruire un ospedale con evidenti segni di insicurezza, non riesco a capire perché non siamo qui tutti a festeggiare la Regione per quello che ha fatto in un momento di grande difficoltà economica. Un abbraccio a Compiani per gli attacchi ingiusti, e il tempo ci dirà che aveva ragione”. 

DE MICHELI: “SANITA’ ECCELLENZA MONDIALE” – Il Sottosegretario all’Economia Paola De Micheli ha sottolineato: “Questo giorno è stato promesso e si è realizzato, va sottolineato questa è la vera misura su cui le amministrazioni vengono giudicate. Il saper rispettare gli impegni presi. Questa giornata e le prossime ripagheranno il sindaco Compiani delle difficoltà affrontate.

Questa dimostrazione anche che noi non arretriamo davanti alle esigenze della sanità, noi siamo eccellenza a livello mondiale. Noi dobbiamo proteggere e difendere, stimolo per continuare a garantire questa eccellenza sanitaria per tutti i cittadini, abbiamo una doppia responsabilità in questa giornata così bella. Voglio esprimere la mia soddisfazione per i cittadini e anche quella di appartenere a una comunità che mantiene quanto promesso”. 

VENTURI : “A FIORENZUOLA FACOLTA’ DI FISIOTERAPIA” – L’assessore regionale alla sanità Sergio Venturi: “Nonostante le critiche ogni giorno positivo, non è usuale aprire un cantiere di un ospedale. Ho detto al sindaco che questo sarà l’ospedale più nuovo della Regione Emilia Romagna, troveremo le risorse per ripristinare le attività del blocco operatorio. Non so cosa dobbiamo fare di più.

Cambiano le esigenze di salute della popolazione, e dobbiamo quindi mettere a disposizione le strutture e i servizi necessari. Abbiamo bisogno di superare certe visioni antiche e ragionare in termini più ampi, vedere le province non come confini.

Il rettore dell’Università di Parma ha detto, parlando con Baldino, l’intenzione di ospitare a Fiorenzuola una sede della facoltà di fisioterapia. La salute in Italia e nel mondo è un fattore di crescita per l’economia.

Avete davanti nei prossimi mesi il disegno della sanità del vostro futuro a Piacenza, sfruttate bene questo tempo. In questo percorso non sarete soli, verrò alle sedute della conferenza socio – sanitaria. Oggi non possiamo far finta che non ci sia il sole, c’è davvero. Noi vi saremo vicini”. 

BONACCINI: “DISPONIBILI A REALIZZARE NUOVO OSPEDALE A PIACENZA” – Il presidente Bonaccini ha spiegato: “Oggi noi possiamo mettere un punto fermo su una scelta, completare l’ospedale, dargli una prospettiva futura, per una realtà che serve anche un bacino più ampio e che guarda anche a Parma, in un’ottica di area vasta. Ma non si può speculare per un voto in più. Pochi giorni fa ho firmato un accordo con il Governo in Conferenza Stato – Regione da 109 a 111 miliardi di euro per la sanità, si tratta di oltre 98 milioni di euro per la Regione Emilia Romagna. 

A differenza di qualche curioso che ogni tanto dice che chiuderemo gli ospedali, dico che non li chiuderemo. Disponibili a Piacenza realizzarle uno nuovo, e fino all’ultimo continueremo a investire su quello che c’è. Non c’è fretta e le scelte saranno condivise con il territorio.

La salute dei cittadini non è come vendere un detersivo. C’è un tema poi di efficienza, e di efficientamento. Faremo una casa della salute anche a Fiorenzuola, perché è quello che i cittadini chiedono, perché vogliono meno ospedalizzazione e più cure a domicilio. Abbiamo ridotto le liste di attesa per gli esami, e dal primo di marzo introdurremo il ticket per chi prenota e non si presenta.

Noi come amministratori ci mettiamo la responsabilità, così come l’efficienza degli operatori, vogliamo garantire prospettiva in cui il diritto alla salute sia qualcosa di cui essere orgogliosi. Chi vuole criticare aspetti i 20 mesi, avete detto che non ci sarebbe stata la chirurgia e ci sarà, avete detto no casa della salute e invece ci sarà”. 

Posa prima pietra, Pd: “Risultato di politiche serie ed efficienti”

“Una giornata di grande orgoglio per tutta la comunità di Fiorenzuola”. Così il segretario  provinciale del Partito Democratico Loris Caragnano insieme con il segretario del circolo di Fiorenzuola Celestino Scarani definiscono l’evento della posa della prima pietra del padiglione B del presidio ospedaliero. “Dalle parole del presidente della Regione Stefano Bonaccini e dall’assessore regionale alla Sanità Sergio Venturi appare chiaro, ancora una volta, come sulla sanità la Regione Emilia Romagna si stia muovendo con grande serietà, tempestività e, quel che più importa, efficienza. I cittadini di Fiorenzuola, ma più in generale tutti quelli della Valdarda, possono davvero rallegrarsi dell’importante struttura che vedrà la luce tra 20 mesi.

I due milioni di nuovi fondi stanziati dalla Regione, la volontà di collocare nel nuovo ospedale la facoltà di fisioterapia dell’Università di Parma e quella di realizzare da parte dell’Ausl una nuova Casa della salute sono segni inequivocabili del fatto che la sanità in questo territorio non solo non arretra ma rilancia. Ancora una volta a vincere è la politica del fare e del fare bene.  Per questo un doveroso ringraziamento va alla Regione, all’Ausl, alla giunta Compiani e a tutti gli amministratori che si sono prodigati per l avvio di questo progetto. Il Pd non mancherà di vigilare su tutto l’iter dei lavori convinto che verranno rispettati i tempi e che tra meno di due anni Fiorenzuola potrà contare sul suo ospedale nuovo”.

I VIDEO 
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.