Granfondo Coppa Piacentina, confermati tre percorsi

Il più impegnativo sarà sicuramente il granfondo, con i suoi 121 chilometri lungo i quali il dislivello complessivo ammonterà a 2484 metri, seguito poi dal mediofondo, da 93 chilometri e con 1572 metri di dislivello, per terminare infine con il corto, che misurerà 57 chilometri

Come consuetudine, anche per l’edizione 2016 la Granfondo della Coppa Piacentina DOP ha confermato tre tracciati di gara.

I partecipanti potranno misurarsi con tre differenti percorsi, disegnati sulle colline emiliane, che corrisponderanno le esigenze e le possibilità di tutti i ciclisti: il più impegnativo sarà sicuramente il granfondo, con i suoi 121 chilometri lungo i quali il dislivello complessivo ammonterà a 2484 metri, seguito poi dal mediofondo, da 93 chilometri e con 1572 metri di dislivello, per terminare infine con il corto, che misurerà 57 chilometri e che presenterà 921 metri di dislivello.

La partenza avverrà da via San Lazzaro, a Carpaneto Piacentino (Pc), alle ore 10.00 di domenica 10 aprile, nelle adiacenze del Centro Sportivo Comunale.

Dopo un paio di chilometri ad andatura controllata verrà data la partenza volante, con i concorrenti che affronteranno un falsopiano in salita, attraversando la Val Vezzeno, per circa dieci chilometri.

La prima salita di giornata, comune a tutti e tre i percorsi, condurrà a Prato Barbieri. Lunga complessivamente 19 chilometri, l’ascesa può considerarsi suddivisa in tre parti: la prima, da 7 chilometri, pedalabile, la seconda, da 5, caratterizzata da un profilo vallonato, e la terza, ancora da 7 chilometri, più irregolare e con alcuni passaggi più ripidi.

La discesa seguente porterà a San Michele, dove il corto si separerà da granfondo e mediofondo per guadagnare la via di Carpaneto Piacentino (Pc), ovvero del traguardo.

Gli altri due percorsi invece si inerpicheranno verso Ca’ delle Donne: solo 2,5 i chilometri di salita da percorrere, ma con pendenze, spesso in doppia cifra, che inizieranno a testare la preparazione dei partecipanti.

Dopo il transito a Morfasso i due tracciati percorreranno il fondovalle, per poi dividersi, con il mediofondo che proseguirà verso Lugagnano e il granfondo invece che salirà verso Castelletto: saranno poco più di 5 i chilometri di ascesa, ancora con rampe oltre il 10%, al termine dei quali una lunga discesa porterà nel Parco dello Stirone.

I granfondisti affronteranno quindi lo strappo di Baroni, da 1,3 chilometri e, successivamente, quello di Villa, di appena un chilometro ma con pendenze fino al 20%.

Dopo la discesa, in località Botteghino, la strada riprenderà a salire per ancora un chilometro, percorrendo poi un tratto vallonato e raggiungendo Castell’Arquato.

A Lugagnano il granfondo e il mediofondo si ricongiungeranno, per affrontare le ultime due salite di giornata: Vincini, lunga 3,3 chilometri e con una pendenza media del 5%, e Costa Rustigazzo, 2,5 chilometri privi di tratti sopra l’8%.

Al termine dell’ultima discesa, una quindicina di chilometri praticamente pianeggianti porterà i due tracciati al traguardo, posto sempre in via San Lazzaro a Carpaneto Piacentino (Pc).

Tutti i dettagli sui percorsi, comprese le planimetrie e le altimetrie degli stessi, sono disponibili nella pagina dedicata del sito web dell’evento.

Le iscrizioni alla Granfondo della Coppa Piacentina DOP sono possibili secondo le modalità descritte nell’apposita sezione del sito web della manifestazione.

La quota è di 30 euro, valida fino al 27 marzo. Le società con almeno dieci iscritti che presenteranno l’iscrizione cumulativa entro tale data verseranno 27 euro per ogni atleta.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.