Quantcast

I prossimi appuntamenti del Piacenza Jazz Fest, ecco il programma foto

Prosegue la tredicesima edizione del Piacenza Jazz Fest, iniziato il 13 febbraio e che vedrà il suo termine il 19 marzo. Tanti sono gli appuntamenti ancora in programma, tra jazz brunch, aperitivi, rassegne e concerti.

Prosegue la tredicesima edizione del Piacenza Jazz Fest, iniziato il 13 febbraio e che vedrà il suo termine il 19 marzo. Tanti sono gli appuntamenti ancora in programma, tra jazz brunch, aperitivi, rassegne e concerti.

Ecco la programmazione dei prossimi giorni:

Domenica 21 febbraio, alle ore 12.00, con la parte musicale affidata alla verve del Lino Franceschetti Trio presso il Dubliner’s Irish Pub di via S. Siro a Piacenza, si ripete l’appuntamento fisso del brunch domenicale. Il costo del brunch e del concerto è di 20 euro (un piatto e un dolce a scelta dal menù, buffet dolce e salato composto da pane, fette biscottate, confetture, yogurt, verdura fresca, formaggi e affettati, acqua, bibite, succhi e caffè americano sempre a buffet). Si potrà accedere solo su prenotazione chiamando il numero 320.2827656 oppure scrivendo all’indirizzo e-mail dublinerspiacenza@gmail.com.
 
– Secondo appuntamento per la rassegna “Jazz al Centro: Aperitivo Swing”, la rassegna che ospiterà per quattro domeniche tra febbraio e marzo al Centro Commerciale Gotico appuntamenti jazzistici arricchiti da un aperitivo offerto a tutti i presenti dal Centro. L’appuntamento, per questa settimana, è per domenica 21 febbraio in Piazzetta del Gusto. Ad animare la domenica ci saranno in concerto il saxofonista Carlo Bagnoli & The Jazz Quintet. Insieme a Bagnoli, che suonerà il sax baritono, si esibiranno Alfredo Ferrario al clarinetto, Sandro Gibellini alla chitarra, Roberto Piccolo al contrabbasso e Massimo Caracca alla batteria. Il concerto inizierà alle 17.30.
 
– La rassegna Piacenza Suona Jazz, un’emanazione del Piacenza Jazz Fest, continua a regalare piacevoli sorprese nei locali della città e della provincia che ospitano concerti ed eventi musicali legati al mondo del Jazz in concomitanza con il festival. Infatti, lunedì 22 febbraio alle ore 22.00, al Maudit di Corso Vittorio Emanuele, suonerà un quartetto guidato dalla cantante Laura Luppi. Insieme a lei sul palco Luciano Poli alla chitarra solista, Corrado Caruana alla chitarra ritmica e il contrabbassista Mauro Sereno.
 
– Altro appuntamento con il “Piacenza Suona Jazz”, rassegna sviluppatasi in seno al Piacenza Jazz Fest con l’intento di coinvolgere altri luoghi dove ascoltare della musica Jazz di qualità. Tra questi anche quest’anno figura il Dubliner’s Irish Pub di via S. Siro 24, che si animerà di nuovo al ritmo del quartetto di Monica Agosti. Il gruppo presenterà l’intrigante progetto “Nicasphere” martedì 23 febbraio alle ore 22.00. Monica Agosti sarà affiancata sulla pedana da Gianni Satta alla tromba, Giovanni Guerretti all’organo Hammond e Oberdan Galvani alla batteria. La rassegna vede il supporto della Fondazione di Piacenza e Vigevano ed è patrocinata dal Comune e Provincia di Piacenza e dalla Regione Emilia-Romagna. Il concerto è gratuito.
 
– Il tour per i locali e i circoli di città e provincia programmato in concomitanza con il Piacenza jazz Fest e che porta il nome di Piacenza Suona Jazz approda mercoledì 24 febbraio al Tuxedo di via Colombo 101, dove alle ore 22.00 suonerà la “Nanoband”. Grazie all’Associazione culturale Piacenza Jazz Club e a tutti i gestori degli otto locali di città e provincia coinvolti si potranno ascoltare sedici concerti di ottima musica completamente gratuiti. La “Nanoband” prende il nome dal suo leader, il batterista Marco “Nano” Orsi insieme alla cantante Stefania Martin, al pianista Andrea Pollione, al chitarrista Marcello Salcuni e a un rinomato talento del basso elettrico come Lorenzo Poli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.