Quantcast

Piacenza Jazz Fest: sabato 13 arriva in centro il gazebo suonante

Presso il gazebo sarà possibile ricevere informazioni sui concerti e le altre iniziative di questa tredicesima edizione del festival e acquistare i biglietti e gli abbonamenti in prevendita

Più informazioni su

Curiosi di sapere qualcosa di più sul Piacenza Jazz Fest edizione numero tredici? Per soddisfare tutte le curiosità, prenotare i biglietti dei concerti in vendita e conoscere il programma, come sempre molto vario e articolato, sabato 13 febbraio pomeriggio dalle 15.30 alle 19.00 sarà allestito un gazebo.

Trattandosi di musica, il gazebo non si limiterà a uno spazio informativo fisso ma si trasforma in un’occasione per fare musica. Il gazebo “suonante” animerà le vie principali del centro storico di Piacenza, da piazza Cavalli a via XX Settembre, piazza Duomo ritornando per Corso Vittorio Emanuele.

La manifestazione è organizzata dall’associazione culturale Piacenza Jazz Club, con il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano, patrocinata dal MiBACT, dal Comune e la Provincia di Piacenza, Comune di Fiorenzuola, Regione Emilia-Romagna e con il contributo di alcune realtà istituzionali e imprenditoriali del territorio,

Quello del “gazebo suonante” è uno dei più simpatici momenti pubblici di promozione dell’iniziativa che tende ad andare verso la gente, nelle strade del centro storico cittadino.

Presso il gazebo sarà possibile ricevere informazioni sui concerti e le altre iniziative di questa tredicesima edizione del festival e acquistare i biglietti e gli abbonamenti in prevendita. Per l’occasione, dalle ore 17:30, il centro storico sarà animato da una marchin’ band funky che sa creare sempre grande coinvolgimento attorno a sé: la BiFunk Brass Band.

Nato nel 2008 in occasione del Südtirol Jazz Festival, questo gruppo ha bruciato le tappe, del 2009 infatti è il loro primo CD con arrangiamenti originali scritti appositamente dagli stessi componenti mentre nel 2010 sono al fianco del trombettista Fabrizio Bosso al festival “Suoni delle Dolomiti” con il progetto “MilesMood”, nel frattempo continuano a esibirsi in numerosissime occasioni, dai festival jazz, alle rassegne in tutta Italia.

BiFunK è un esplosivo ensemble di fiati e percussioni, nato con l’idea di riproporre le sonorità funk-metropolitane mescolate con le atmosfere jazz delle street-band, nel corso di una loro esibizione oltre al Funky e al Jazz si passa anche attraverso sonorità più Blues, ritmi latini e al Soul.

La formazione della band è composta da Niccolò Zanella al sax contralto, Fiorenzo Zeni e Matteo Cuzzolin al sax tenore, Giorgio Beberi al sax baritono, Roberto Zantedeschi e Gianni Mascotti alla tromba, Fabrizio Carlin al trombone, Hannes Petermair al sousaphone, Claudio Ischia, Mario Cont e Nicola Tonini alle percussioni.

Dopo pochissime ore, alle ore 21:15 presso lo Spazio “Le Rotative”, un’altra orchestra di 16 elementi, la “Brussels Jazz Orchestra” inaugurerà ufficialmente il festival con gli ospiti Enrico Pieranunzi al pianoforte e Jean-Paul Estievènart alla tromba.
 
Per maggiori informazioni si consiglia di visitare il sito www.piacenzajazzfest.it o visitare la pagina Facebook del festival www.facebook.it/piacenzajazzfest. Per contatti si può scrivere alla mail a biglietti@piacenzajazzclub.it oppure telefonare allo 0523.579034 – 366.5373201

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.