Quantcast

Salute e inquinamento ambientale: “il 10% dei bambini soffre d’asma”

"Il 10% dei bambini soffre di asma": un dato nazionale che trova conferma anche nella provincia di Piacenza, dove le malattie respiratorie sono in aumento e l'inquinamento ambientale può risultare determinante sin da quando il piccolo è ancora un feto nel grembo materno.

“Il 10% dei bambini soffre di asma”: un dato nazionale che trova conferma anche nella provincia di Piacenza, dove le malattie respiratorie sono in aumento e l’inquinamento ambientale può risultare determinante sin da quando il piccolo è ancora un feto nel grembo materno.

E’  quanto emerso dal convegno “Inquinamento ambientale e salute della donna” organizzato dall’Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e Odontoiatri in collaborazione con l’Associazione Donne Medico, che si è tenuto oggi, sabato 27 febbraio, alla Sala Convegni Veggioletta della Banca di Piacenza

“Tutto quello che avviene nella prima fase della nostra vita, compresa quella fetale, – ha spiegato il pediatra Ernesto Burgio – segna in modo fondamentale tutto il nostro futuro”.

Burgio, presidente del Comitato Scientifico ISDE Italia e membro dell’European Cancer and Environment Research Institute. ha illustrato le differenze tra genetica ed epigenetica: “Il dna è uguale in tutte le nostre cellule, ma le cellule sono diverse perché cambia il “software”; la “memoria” della prima fase della nostra vita influenza il tutto”.

Riducendo l’esposizione della madre ad una serie di agenti ambientali che determinano le mutazioni, possiamo fare tanto – ha aggiunto ricordando la pericolosità di inquinanti come il particolato fine e ultrafine, i metalli pesanti, fino ai campi elettromagnetici – ; la medicina dovrebbe passare dall’essere solamente diagnosi e terapia a fare informazione e prevenzione. Facendo counseling con i genitori si può cambiare la vita di milioni di bambini”.

“I risultati più significati sono che, a livello nazionale come a livello locale, le malattie respiratorie sono in aumento” conferma il pediatra Giuseppe Gregori:

“Purtroppo almeno il 10% dei bambini soffre di asma in età pediatrica. Un altro dato molto significativo è relativo a comportamenti e stili di vita che purtroppo vedono utilizzare ancora molto spesso i mezzi di trasporto privati e a non privilegiare l’attività piedi o in bicicletta per raggiungere la scuola. Questo ha un’influenza sicuramente importante non solo sull’attività motoria, ma anche su altri aspetti, come la possibilità di socializzare andando a scuola e di conoscere il proprio ambiente. Qualcosa è cambiato grazie ad iniziative che hanno visto coinvolte la scuola e le amministrazioni pubbliche, ad esempio il pedibus o una maggiore sensibilizzazione per instaurare percorsi sicuri casa- scuola con piste ciclabili, ma molto si può ancora fare.”

 IN ALLEGATO A FONDO PAGINA IL PROGRAMMA COMPLETO
 
 

PROGRAMMA CONVEGNO

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.