Casa della salute di Podenzano, al via un ambulatorio infermieristico

L'innovativo servizio garantisce la presa in carico dei cittadini, assicurando una continuità assistenziale tra ospedale e servizi sanitari territoriali. L'ambulatorio rappresenta infatti un punto di ascolto sanitario che consenta anche di facilitare l'accessibilità ai servizi

Più informazioni su

Infermieri sempre più attivi per rispondere ai bisogni di salute dei cittadini. Da oggi, mercoledì 23 marzo, apre alla Casa della Salute di Podenzano un nuovo ambulatorio, a gestione completamente infermieristica.

L’innovativo servizio garantisce la presa in carico dei cittadini, assicurando una continuità assistenziale tra ospedale e servizi sanitari territoriali. L’ambulatorio rappresenta infatti un punto di ascolto sanitario che consenta anche di facilitare l’accessibilità ai servizi.

In particolare, gli infermieri effettuano medicazioni semplici e complesse, sostituiscono cateteri vescicali e forniscono indicazioni per la somministrazione di terapie farmacologiche e nutrizionali.

Tra i servizi erogati anche l’istruzione ed educazione all’autogestione delle stomie e alla prevenzione e al trattamento delle lesioni cutanee croniche. Il personale infermieristico può inoltre essere di aiuto ai diabetici per l’autocontrollo dei valori della glicemia nel sangue.

Ancora, l’ambulatorio offre consulenza in materia di prevenzione, cura e mantenimento del livello di salute e di autonomia. Gli operatori possono inoltre orientare il pubblico all’accesso e all’utilizzo dei servizi sanitari pubblici.

Modalità di accesso
I cittadini si possono rivolgere direttamente all’ambulatorio infermieristico telefonando al n. 0523.302888 e lasciando in segreteria un messaggio con l’indicazione del proprio nome e recapito telefonico.

Verranno richiamati dall’infermiera che concorderà con loro l’appuntamento in ambulatorio. L’attività viene svolta da lunedì a venerdì dalle ore 10 alle ore 12.

“Questa nuova attività – evidenzia Mirella Gubbelini, direttore assistenziale dell’Ausl di Piacenza – s’inquadra in uno scenario generale di potenziamento dei servizi sul territorio”. Il ruolo dell’infermiere, fuori dall’ospedale, è orientato sempre di più verso l’assistenza di iniziativa.

“L’ambulatorio infermieristico nella Casa della salute – aggiunge – rappresenta un nuovo modello di organizzazione e gestione dell’assistenza infermieristica in grado di rispondere con competenza alle diverse esigenze della collettività”.

Le sfide sono chiare: “C’è un progressivo invecchiamento della popolazione e le malattie cronico-degenerative sono in costante aumento”. Anche il sistema sanitario piacentino sta quindi cercando di trovare alternative in grado di rispondere in maniera appropriata ai nuovi bisogni di salute.

“La presa in carico dei pazienti – spiega Tiziana Taggiasco, direttore Gestione territoriale della non autosufficienza – avviene con una valutazione iniziale e l’identificazione del problema di salute”. Fondamentale per l’infermiere, aggiunge, è la collaborazione con il medico di famiglia e il coinvolgimento dei familiari.

Tramite visite e appuntamenti periodici, stabiliti dall’operatore sulla base della situazione della persona, l’ambulatorio potrà garantire la presa in carico assistenziale del cittadino.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.