Quantcast

Concittadini, cento studenti a lezione di legalità

Legalità al centro della seconda giornata di formazione promossa in Provincia nell’ambito dell’edizione 2015/2016 del progetto Concittadini sostenuto dall’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna

Più informazioni su

Legalità al centro della seconda giornata di formazione promossa in Provincia nell’ambito dell’edizione 2015/2016 del progetto Concittadini sostenuto dall’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna.

Circa cento studenti delle scuole primarie e secondarie di secondo grado piacentine (Istituto Casali di Piacenza – I.C di Rottofreno – Calendasco e Istituto Colombini) hanno preso parte nell’aula magna dell’Isii Marconi all’incontro formativo dedicato al tema legalità “Biolegalità: un parco per difendere la Biodiversità e la Legalità”.

Relatori Sergio Tralongo, Responsabile Area Conservazione e CRAS “Le Civette” dell’Ente Parchi Emilia Occidentale; Antonella Liotti, Referente Provinciale di Libera e Alberto Mori, Presidente del distretto sociale Provincia di Piacenza Coop Alleanza 3.0.

Un incontro che fa seguito al primo appuntamento della “nuova edizione” di Concittadini dedicato al tema dei Diritti.

Presenti il Consigliere Regionale Matteo Rancan, che ha spronato i giovani alla “partecipazione attiva nella comunità”, insieme al Sindaco di Calendasco Francesco Zangrandi, che ha posto l’attenzione sul bene confiscato nel suo Comune illustrando l’iter che ne ha portato all’acquisizione da parte dell’amministrazione con l’apertura di un progetto in collaborazione con Libera ed in sinergia con l’I.C. di Rottofreno sede di Calendasco.

“Cras, il centro di recupero per animali selvatici – ha detto Sergio Tralongo – opera in un podere confiscato ad un usuraio presso il Parco dello Stirone, teatro anche di Laboratori estivi con Libera, sia nazionali che locali.

Proprio dei “campi” locali hanno portato testimonianza Noemi, Davide e Andrea, tre ragazzi che hanno fatto questa esperienza per due anni con i “laboratori estivi di Liberamente”.

Oltre a trovare divertimento e amicizia, hanno evidenziato il decisivo contributo che l’iniziativa può dare alla lotta alla mafia. Hanno inoltre ringraziato Tralongo e il personale del  laboratorio estivo per l’aiuto e aver fornito loro una conoscenza sui temi della tutela dell’ambiente e sulle ripercussioni sul fenomeno mafioso.
 
Il prossimo incontro è in programma il 1 aprile 2016, sul tema della Memoria.
 
Obiettivi del progetto Concittadini, lo si ricorda, sono promuovere la cittadinanza attiva e la partecipazione diretta dei giovani alla vita civile della loro comunità; promuovere il rispetto reciproco, la solidarietà, l’ascolto e la tolleranza tra i giovani al fine di rafforzare la coesione sociale; favorire l’incontro tra il mondo dei giovani, quello degli adulti e quello delle realtà istituzionali e contribuire a migliorare la qualità degli interventi formativi e pedagogici a favore dei giovani.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.