Quantcast

Controlli serrati dei carabinieri in Val D’Arda, furti sventati e denunce

I Carabinieri esortano la popolazione "a segnalare ogni persona o autovettura che desta sospetto in modo da poter fare un’attività di prevenzione mirata, poiché la collaborazione dei cittadini porta sempre i suoi positivi frutti"

Più informazioni su

Nei giorni scorsi serrati controlli messi in atto dai Carabinieri della Compagnia di Fiorenzuola D’Arda (Piacenza) sul territorio.

Numerose le persone e i mezzi identificati: nel corso dei controlli i militari hanno “pizzicato” un giovane magrebino di 21 anni proveniente da Milano che doveva scontare una pena di 6 mesi di reclusione in carcere per il reato di rapina.

Lo straniero è finito dietro le sbarre del carcere di Piacenza ove sconterà la pena. Il giovane ed un altro ragazzo magrebino che era con lui venivano denunciati anche per la loro illecita permanenza sul territorio italiano.  

E’ stato deferito in stato di libertà anche un viado sudamericano di 40 anni: è accusato di aver rubato 100 euro ad un autotrasportatore impegnato ad effettuare manutenzione al suo tir in un piazzale vicino all’uscita autostradale, luogo ove si erano verificati altri furti analoghi.

Anche in questo caso lo straniero è stato segnalato perchè irregolare ed è stato proposto alla locale Questura per il foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno dal comune di Fiorenzuola D’Arda.

L’attività dei militari ha inoltre permesso di sventare un grosso furto a Monticelli D’Ongina: presa di mira una ditta di trasporti, a cui una banda di ladri molto organizzata aveva rubato un container carico di merce per un valore di un milione e 500mila euro.

Decisiva la collaborazione dei cittadini, che hanno segnalato carabinieri della Compagnia di Fiorenzuola D’Arda strani movimenti attorno ad un mezzo in parcheggio: l’immediato intervento delle pattuglie ha fatto il resto, evitando il furto e recuperando il container con il prezioso carico. 

Analogamente la segnalazione fatta da alcuni residenti di Alseno ha permesso il recupero di una Fiat Punto, rubata giorni prima a Parma, che si aggirava da alcune ore sulla via Emilia: il conducente, inseguito, si è dato alla fuga a piedi per i campi.

I Carabinieri esortano la popolazione “a segnalare ogni persona o autovettura che desta sospetto in modo da poter fare un’attività di prevenzione mirata, poiché, come avvenuto nel caso di Monticelli, la collaborazione dei cittadini porta sempre i suoi positivi frutti”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.