Quantcast

Jazz Fest, tra concerti e eventi culturali ecco gli appuntamenti della settimana

Ecco gli eventi collaterali della settimana del Piacenza Jazz Fest

Più informazioni su

“Piacenza Suona Jazz” è una delle iniziative collaterali del Piacenza Jazz Fest, ormai impostasi come festival nel festival, visto il grande richiamo dei musicisti coinvolti e il numero di locali e circoli di città e provincia che hanno aderito.

Ben otto, infatti, sono i gestori che hanno affiancato il Piacenza Jazz Club nell’organizzazione di questo tour di concerti programmati nello stesso periodo del festival. Uno sforzo possibile anche grazie al sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano con il patrocinio del Comune e della Provincia di Piacenza.

Al caffè letterario Baciccia è in programma il secondo appuntamento di questa edizione giovedì 3 marzo alle ore 22, come per tutti anche
questo a ingresso gratuito. In pedana si esibirà un trio capitanato dal polistrumentista Gendrickson Mena (tromba, flicorno, tastiere), da Ezio Salfa (basso elettrico e chitarra) e Alessio Pacifico (batteria e percussioni).

Venerdì 4 marzo agli Amici del Po di Monticelli d’Ongina suonerà alle ore 22 il quartetto dell’armonicista Max De Aloe che presenta il suo ultimo progetto discografico dal titolo “Borderline”. L’ingresso è gratuito con tessera ARCI.

Nella giornata di sabato 5 marzo si concentreranno al Milestone di via E. Parmense 27, sede storica del Piacenza Jazz Club, tre appuntamenti. Due saranno presentazioni di libri sulla musica nel pomeriggio, il terzo un concerto-lezione, che poi è un racconto che svela molto del mondo del Jazz, in serata.

Si inizia nel pomeriggio alle 15, con il pianista Michele Francesconi che presenterà il suo ultimo libro fresco di stampa dedicato espressamente a tutti i pianisti, cantanti e musicisti, dal titolo “Pianoforte complementare in stile Pop Jazz, per le edizioni Volontè&Co.

Frutto di un lavoro ventennale, il metodo di Michele Francesconi costituisce una guida innovativa e alternativa ad altri metodi la cui codificazione è spesso ignorata da molti pianisti di formazione classica.

A seguire alle ore 17.30 sarà Sergio Pasquandrea (professore, musicista e giornalista) presentare il suo “Breve storia del pianoforte Jazz. Un racconto in bianco e nero”, edizioni Arcana Jazz.

“Vi racconto una song” invece è il concerto-lezione che avrà inizio alle ore 21.15, che farà fare un viaggio alla scoperta delle canzoni più amate e famose e della loro importanza nel repertorio del Jazz.

Alternando parole a brani eseguiti dal vivo, la cantante Laura Avanzolini e il pianista Michele Francesconi raccontano la storia di dieci song tratte dal repertorio dei cosiddetti “Anni Ruggenti” del musical americano.

Dal Blues trascinante di “Route ’66” ai paesaggi sognanti di “Over The Rainbow”, passando per l’ironia di “One Note Samba” e la danza malinconica di “Autumn Leaves”, il duo riporta la mente dello spettatore in atmosfere d’oltreoceano, tra aneddoti e curiosità perdute.

Sempre domenica è in programma il primo dei due appuntamenti di marzo al Centro Commerciale Gotico in via Emilia Parmense, con l’Aperitivo Swing – “Il Jazz al Centro”, che vedrà come protagonisti gli “Archimia Quartet”, un gruppo di formazione classica che si esprime esplorando, con successo, diverse sonorità acustiche.

Organizzato in collaborazione con il Jazz Fest Piacenza come evento collaterale alla manifestazione, “Il Jazz al Centro” è un appuntamento che va a impreziosire la folta schiera degli eventi collaterali del cartellone e che ha fidelizzato, negli anni, numerosi appassionati di jazz. A conferma di questo, il folto pubblico che partecipa sempre numeroso agli eventi in programma al Centro Gotico.

Gli spettacoli si terranno nella “Piazzetta del Gusto” alle ore 17,30. all’interno della galleria del centro commerciale, dove si potranno ascoltare performance jazzistiche di facile fruizione.

L’ultimo appuntamento, quello di domenica 13 con Pablo Corradini Tango Quintet, chiuderà la rassegna per questa stagione. Durante il concerto il Centro Commerciale Gotico offrirà un “aperitivo swing” a tutti i presenti, con i vini delle cantine Valtidone.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.