Senza esito dieci ore di ricerche di Filippo Agnelli sul Nure FOTO foto

Su richiesta della Prefettura di Piacenza oltre 30 uomini tra tecnici del Soccorso Alpino di Piacenza, Forestale e Protezione Civile hanno scandagliato il letto del fiume tra Recesio e Vigolzone

Più informazioni su

AGGIORNAMENTO – Si sono conluse purtoppo senza esito le operazioni di ricerca del corpo di Filippo Agnelli lungo il Nure. Su richiesta della Prefettura di Piacenza infatti, oltre 30 uomini tra tecnici del Soccorso Alpino di Piacenza, Forestale e Protezione Civile hanno scandagliato il letto del fiume tra Recesio e Vigolzone.

Dopo oltre dieci ore,però, le ricerche sono state sospese poichè a parte alcuni reperti – non direttamente riconducibili al disperso – la battuta non ha fornito esiti utili al ritrovamento del corpo inghiottito dalla furi del Nure lo scorso 14 settembre.

LE RICERCHE – Sono riprese oggi, venerdì 4 marzo, lungo il Nure le ricerche del corpo di Filippo Agnelli, l’uomo sessantasettenne disperso dallo scorso 14 settembre, quando la macchina su cui viaggiava insieme al figlio Luigi fu inghiottita dalla furia del torrente, nei pressi dell’abitato di Recesio, in provincia di Piacenza.

Nelle foto e nel video le ricerche sull’alveo del fiume. Sono stati trovati (come si vede dalla foto) alcuni brandelli di vestiti, ma è difficile capire se è possibile ricondurli allo scomparso. Per il momento l’esito è negativo.

IL VIDEO

Nonostante il vasto spiegamento di uomini e mezzi nei giorni immediatamente successivi all’alluvione,  fu ritrovato il 15 settembre solo il corpo di Luigi Agnelli ed i resti dell’auto.

Su disposizione della Prefettura di Piacenza, nella giornata del 4 Marzo è stata organizzata una nuova ricerca, contando anche sul fatto che la recente piena del fiume possa aver modificato il greto, smuovendo magari gli enormi accumuli di detriti portati dall’esondazione dello scorso settembre.

Le ricerche, alle quali partecipano anche i tecnici della Stazione “Monte Alfeo” di Piacenza del Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico, sono coordinate dal Corpo Forestale dello Stato e vedranno anche la partecipazione della  Protezione Civile Provinciale; il tratto del fiume che scandagliato dalle squadre è quello tra gli abitati di Ponte dell’Olio e Vigolzone.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.