PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tra concerti, aperitivi e brunch, il jazz accende il weekend di Piacenza 

Ecco gli eventi collaterali del Piacenza Jazz Fest in programma nel weekend

Una nuova collaborazione che ha portato fin da subito nuove e affascinanti idee per questa tredicesima edizione del Piacenza Jazz Fest è quella con la Galleria Ricci Oddi.

L’associazione culturale jazzistica piacentina ha trovato una sintonia di obiettivi con l’istituzione museale, che non vuole arroccarsi nella sola contemplazione delle opere esposte, ma fa in modo, attraverso numerose iniziative, che la città viva il museo in maniera più dinamica, diventando un luogo che entri a far parte della quotidianità e non sia solo occasione di visite sporadiche.

Tra i tanti appuntamenti del festival jazz che vedono coinvolta la Galleria Ricci Oddi, due in particolare sono le iniziative specificamente progettate nell’ambito di questa collaborazione. Si tratta dei progetti “Suoni e gesti d’arte” e “Ritratti sonori”. 

“Suoni e gesti d’arte”, che ha già avuto una prima felice puntata un paio di settimane fa, si ripresenterà sabato 12 marzo con una forma ancora diversa.

Nel pomeriggio alle 17.00 saranno Gianni Azzali al saxofono e Mario Zara al pianoforte a dialogare tra loro e con due danzatrici della scuola “Choròs – Il balletto di Piacenza”, Stefania Daveri e Alice Cavanna.  improvviseranno in una performance che renderà l’esperienza un evento unico e irripetibile. 

Un’altra bella novità di quest’anno su cui si sta concentrando molta attesa e grande curiosità da parte del pubblico è una performance artistica inusuale e di alto impatto emozionale. Si potrà assistere alla creazione in diretta dei “Ritratti sonori” dedicati a chi vorrà farsi ritrarre musicalmente.

La sera del 12 marzo ore 21.15 sempre alla Galleria Ricci Oddi, venite ad ascoltarvi nel “ritratto musicale” dedicato a voi che nascerà nell’interazione tra voi e la sensibilità di due grandi pianisti, Mario Zara e Gino Marcelli. 

Mario Zara presenta così questo progetto: «Quando nasce una melodia, non c’è pensiero né intenzione, non so mai da dove provenga, ma certamente da quello spazio dove sorgono i suoni, tra due persone che si incontrano, nasce sempre un’unica melodia».

Si potrà assistere insieme in diretta alla creazione delle nuove melodie che sorgono dall’incontro tra l’arte di Mario Zara, Gino Marcelli e le “anime” che vorranno farsi ritrarre dalla loro sensibilità e dai loro pianoforti.

Chiunque lo vorrà potrà “ascoltarsi” dentro le note che sgorgheranno spontanee. Si tratterà di melodie uniche al mondo, ispirate e dedicate solo e solamente alla persona che sarà di fronte al pianista in quel momento.

Spicca tra gli eventi collaterali della tredicesima edizione del Piacenza Jazz Fest il Jazz Brunch, in programma domenica 13 marzo alle ore 12.00 al settimo piano del Grande Albergo Roma, in via Cittadella n. 14 a Piacenza.

L’appuntamento rientra tra le iniziative collaterali della manifestazione, che gode del patrocinio del MiBACT, organizzata dall’associazione culturale Piacenza Jazz Club grazie al sostegno determinante della Fondazione di Piacenza e Vigevano, del Comune e Provincia di Piacenza e della Regione Emilia-Romagna, con il contributo di alcune realtà istituzionali e imprenditoriali del territorio.

Si tratta di un appuntamento molto piacevole che miscela in maniera gradevole gli elementi della musica, della convivialità e della buona tavola, al quale si può accedere solo su pre-acquisto del biglietto.

La location dove si svolgerà il brunch è tra le più affascinanti che offre la città di Piacenza, la terrazza al settimo piano della struttura alberghiera dalla più longeva tradizione nella città di Piacenza, il Grande Albergo Roma, da cui si può ammirare una vista spettacolare e unica. Il menù e tutte le informazioni correlate sono reperibili sul sito ufficiale della manifestazione: www.piacenzajazzfest.it

La programmazione musicale è di grande livello, infatti la parte musicale è stata affidata al quartetto della cantante Laura Luppi che presenterà il suo ultimo CD intitolato “My Gipsy Soul”, che vede la presenza dei chitarristi Luciano Poli e Corrado Caruana e del contrabbassista Mauro Sereno.

Sempre domenica 13 marzo si chiude la rassegna “Il Jazz al Centro – Aperitivo Swing” che ha proposto, sempre con ottimo gradimento e un alto afflusso di pubblico, dei concerti domenicali di formazioni jazzistiche molto fruibili e piacevoli da ascoltare accompagnati da un aperitivo offerto a tutti i presenti dal Centro.

Per questo quarto e ultimo concerto dell’edizione 2016 si esibirà, nella Piazzetta del Gusto del Centro Commerciale Gotico di via Emilia Parmense, il Pablo Corradini Tango Quintet.

L’appuntamento è per le 17.30, a ingresso libero e completamente gratuito. Il progetto rientra nell’ambito delle iniziative del Piacenza Jazz Fest ed è nato in virtù della stretta collaborazione tra l’associazione culturale Piacenza Jazz Club e il Centro commerciale Gotico, che lo promuove e lo sostiene.

La formazione è composta da Pablo Corradini al bandoneon, Luca di Giammarco al sax contralto, Alessandro Menichelli al pianoforte, Edoardo Petracci al contrabbasso e Luca Cingolani alla batteria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.