Quantcast

Una biciclettata alla scoperta della toponomastica al femminile FOTO foto

In programma un percorso cittadino in bicicletta, con soste in alcune vie dedicate alle donne: sovrane, personalità femminili, sante e benefattrici, delle quali sono state illustrate vite ed opere

Più informazioni su

A Piacenza una biciclettata alla scoperta della toponomastica al femminile. “Piacenza, una strada per lei”, questo il titolo dell’iniziativa andata in scena domenica mattina, con ritrovo presso la scuola media Calvino, che si inserisce nel programma previsto dal Comune di Piacenza in occasione della ricorrenza del 70° anniversario del voto alle donne.

In programma un percorso cittadino in bicicletta, con soste in alcune vie dedicate alle donne: sovrane, personalità femminili, sante e benefattrici, delle quali sono state illustrate vite ed opere.

Entusiasta, nonostante la temperatura rigida, la partecipazione della classe III B della “Calvino”, componente e rappresentante del Consiglio Comunale dei ragazzi e delle ragazze di Piacenza, accompagnata da genitori e figure istituzionali promotrici dell’evento.

Gli studenti, guidati dal prof, Davide Tagliafichi, responsabile del progetto Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze (sostenuto dal Comune di Piacenza), hanno deposto un mazzo di fiori nel luogo dove nel 2009 fu uccisa una donna di origine marocchina, Zahira, dal marito.

L’itinerario ha toccato via Boscarelli, via Maria Luigia D’Austria, Strada Malchioda, via Boscarelli, via Pietro Cella, via Morigi, via Castagna, via Casella, via Emmanueli, via Morigi, via XXIV Maggio, Piazzale Genova, Pubblico Passeggio, fino a via Rosa Gattorno, meta finale del percorso.

All’iniziatva hanno partecipato gli assessori Giulia Piroli, Tiziana Albasi. e Luigi Gazzola. Da segnalare la significativa collaborazione delle associazioni FIAB e Tersicore.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.