Via Romagnosi, nell’ex chiesa un nuovo spazio per la storia

Il nuovo allestimento comprende inoltre gli uffici della sede succursale di Archistorica ed uno spazio espositivo sopraelevato, dove sono collocati alcuni pannelli informativi, pubblicazioni, cartografie ed altre documentazioni relative alla storia di San Giuliano e di altre antiche “chiese perdute” di Piacenza.

Più informazioni su

Un nuovo spazio per convegni e appuntamenti realizzato nell’ex chiesa al civico numero 60 di via Romagnosi a Piacenza:  si tratta dell’auditorium San Giuliano, che sarà inaugurato e presentato al pubblico sabato 9 aprile.

Grazie alla gentile collaborazione della Libreria Internazionale Romagnosi (proprietaria della ex chiesa), l’associazione culturale Archistorica ha curato un nuovo allestimento per i locali interni di San Giuliano, ancora ben conservati nel loro antico assetto ecclesiale: in particolare, nella navata è stato ricavato l’Auditorium, con quaranta posti a sedere e destinato agli incontri e alle conferenze promosse dall’associazione.

Il nuovo allestimento comprende inoltre gli uffici della sede succursale di Archistorica ed uno spazio espositivo sopraelevato, dove sono collocati alcuni pannelli informativi, pubblicazioni, cartografie ed altre documentazioni relative alla storia di San Giuliano e di altre antiche “chiese perdute” di Piacenza. L’associazione culturale Archistorica prenderà in gestione l’ex chiesa per un anno, consentendone la regolare apertura al pubblico con scopi culturali e didattici.

L’inaugurazione ufficiale del nuiovo spazio si terrà alle 16.30 di sabato 9 aprile. Il programma dell’evento prevede una breve presentazione audiovisiva a cura dell’architetto Manrico Bissi, che descriverà la storia della chiesa di San Giuliano e le caratteristiche del progetto di riapertura curato da Archistorica; seguiranno le domande dei giornalisti e infine la visita degli spazi espositivi dedicati all’evoluzione della chiesa. L’evento è aperto al pubblico.

Le informazioni riportate nel programma sottostante sono da considerarsi indicative, e potrebbero subire alcune variazioni. Invitiamo pertanto tutti gli interessati a prestare attenzione agli aggiornamenti inviati di volta in volta tramite mail, o pubblicati sul sito dell’associazione: www.archistorica.it 

Venerdì 13 maggio, ore 21,00. Conferenza: “Piacenza prima di Placentia: Etruschi, Celti e Liguri”. Chi abitava il territorio di Piacenza prima dell’arrivo dei Romani? Le origini della nostra città sono anteriori alla conquista di Roma? Quali tracce sopravvivono dell’antica presenza etrusca, celtica e ligure? SCOPRITELO CON ARCHISTORICA! L’arch. Manrico Bissi terrà una conferenza audio-visiva dedicata al Passato più remoto della nostra città.

Venerdì 28 maggio, ore 21,00. Conferenza: “Piacenza nei secoli bui: Goti, Bizantini, Longobardi e Franchi”. E’ vero che Piacenza fu duramente assediata nel corso della guerra tra Goti e Bizantini? Come si presentava la nostra città nel suo passaggio dal mondo romano a quello medievale? Quali conseguenze ebbe la conquista longobarda nel territorio e nella società locale? SCOPRITELO CON ARCHISTORICA! L’arch. Manrico Bissi terrà una conferenza audio-visiva dedicata alla riscoperta della Piacenza alto-medievale, descritta al pubblico nei suoi caratteri storici, archeo-urbanistici ed architettonici.

Venerdì 10 giugno, ore 21,00. Conferenza: “Alla ricerca del Santo Graal: dal mito alle fonti storiche”. E’ possibile che il Santo Graal sia custodito a meno di 100 km da Piacenza? In che cosa consiste, realmente, questa antichissima Reliquia? Quali contenuti esoterici e spirituali nasconde la ricerca del Graal? SCOPRITELO CON ARCHISTORICA! L’arch. Manrico Bissi terrà una conferenza audio-visiva dedicata alle diverse interpretazioni storiche, culturali e filosofiche del Santo Graal, ricostruendone la Storia e il Mito attraverso l’indagine delle fonti letterarie e documentali. La conferenza presenterà inoltre al pubblico alcune località italiane, vicine a Piacenza, nelle quali si ritiene tradizionalmente che sia conservato il Graal.

Venerdì 1 luglio, ore 21,00. Conferenza: “Re Artù: un nobile romano sul trono della Britannia”. Chi era veramente Ambrosio Aureliano, condottiero romano-britanno del secolo V d.C.? La sua figura storica ispirò la saga celtica di Re Artù? Il mitico della Britannia era realmente imparentato con la dinastia imperiale di Roma? SCOPRITELO CON ARCHISTORICA! L’arch. Manrico Bissi terrà una conferenza audio-visiva dedicata all’affascinante figura di Re Artù, analizzandone sia le radici storiche, legate alla dominazione tardo-romana in Britannia, che le successive elaborazioni letterarie, fiorite nelle corti gallesi e inglesi di età medievale.

Le conferenze organizzate da ARCHISTORICA sono aperte al pubblico. L’Associazione Culturale Archistorica è disponibile a collaborare con altre associazioni e/o singoli operatori culturali, condividendo con essi l’utilizzo dell’Auditorium San Giuliano e/o della soprastante zona espositiva. Tale utilizzo verrà concesso e condiviso a condizione che i locali siano richiesti per attività di carattere culturale, educativo, didattico o sociale. Per informazioni in questo senso, tutti gli interessati possono contattare il direttivo dell’Associazione Culturale Archistorica ai seguenti recapiti: 339 1295782 (Arch. Manrico Bissi, presidente). 331 9661615 (Arch. Francesca Malvicini, tesoriera). archistorica@gmail.com 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.