Quantcast

Colpo da 80mila euro a Maiano, refurtiva in casa di un arrestato foto

Nel corso di una perquisizione nella casa dello straniero, è stato trovato materiale di proprietà dell'azienda di Maiano depradata lo scorso novembre. 

Attrezzi rubati in provincia di Piacenza, in un colpo costato ad una ditta di yacht situata a Maiano di Podenzano (Piacenza), un danno di ben 80mila euro: questa la scoperta fatta dalla polizia in casa del 34enne romeno che nella notte del 7 aprile era alla guida dell’auto che ha tentato d’investire un agente in via Pietro Cella.

Lo straniero, così come il complice, si trova ora recluso alle Novate, ma le indagini della questura sono andate avanti, alla ricerca di elementi su eventuali furti commessi sul territorio locale.

Nel corso di una perquisizione nella casa dello straniero, è stato trovato materiale di proprietà dell’azienda di Maiano depradata lo scorso novembre

La posizione del 34enne, agli arresti per tentato omicidio, tentata rapina impropria porto abusivo di coltello, porto di attrezzi atti allo scasso e resistenza e violenza a pubblico ufficiale, potrebbe quindi aggravarsi ulteriormente. 

Tentano il furto e d’investire un poliziotto, arrestati – Alle 3.30 circa della notte del 7 aprile, un allarme antifurto “silenziato” ha avvertito la polizia di un’intrusione in corso in un’abitazione cittadina di via Pietro Cella. Gli agenti, giunti sul posto, hanno visto una scala appoggiata al balcone della villetta e due incappucciati che scendevano a tutta velocità, facendo perdere momentaneamente le proprie tracce.

La volante ha chiesto il supporto dei Metronotte e dei carabinieri e hanno iniziato a pattugliare la zona in cerca dei ladri. Nel frattempo hanno constatato che la finestra della villetta era stata forzata con un cric: i banditi erano riusciti ad impossessarsi di un mazzo di chiavi, probabilmente con l’intento di portar via la refurtiva passando comodamente dalla porta d’ingresso. Poco dopo la volante ha intercettato in via Zoni una Peugeot 306 di colore nero, che è partita, sgommando, a tutta velocità. La polizia si è lanciata all’inseguimento, mentre l’auto dei ladri raggiungeva nuovamente via Cella. Lì si trovavano altri agenti impegnati raccogliere gli estremi dei proprietari di casa per la denuncia.

Improvvisamente, alla vista di un poliziotto, i malviventi hanno sterzato cercando di investirlo, ma questi ha prontamente evitato la vettura, che l’ha colpito alla mano ferendolo lievemente, e ha esploso un colpo di pistola in aria a scopo intimidatorio.
Il colpo deve aver spaventato i banditi, che poco metri dopo, all’altezza di via Scapuzzi, hanno svoltato bruscamente, andando a sbattere contro un furgone in sosta.

Anche in questo caso hanno cercato di scappare a piedi, prendendo direzioni diverse per confondere le forze dell’ordine, ma sono stati entrambi bloccati, nonostante opponessero resistenza all’arresto. Uno dei due è arrivato a colpire con la testa il lunotto posteriore della volante, mandandolo in frantumi (FOTO).

I due soggetti, da anni residenti in città, hanno precedenti per ricettazione e furto, in particolare nei cantieri edili. La Peugeot 306 è risultata essere stata rubata a Guardamiglio il dicembre scorso. A bordo sono stati trovati diversi arnesi da scasso. 

“Questo risultato è il frutto di diversi elementi – ha spiegato nella conferenza stampa di questa mattina il questore Salvatore Arena -; dalla collaborazione dei cittadini, che hanno installato un sistema di sicurezza, all’immediato supporto dell’arma dei carabinieri e dell’agenzia di vigilanza. E’ stato un intervento di grande valore, i nostri poliziotti non si tirano mai indietro di fronte a situazioni difficili e delicate, che hanno saputo gestire con grande professionalità”. 
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.