Quantcast

Confapindustria, nasce la prima piattaforma di welfare territoriale

Confapindustria Piacenza lancia una nuova piattaforma digitale per promuovere il welfare territoriale: “Le imprese risparmiano, il reddito aumenta, il territorio cresce” dichiara il presidente Cristian Camisa

Più informazioni su

Confapi Industria Piacenza, associazione innovativa e sempre attenta ai bisogni delle imprese del territorio lancia “Welfare Piacenza”, la prima piattaforma digitale Piacentina che mira a offrire un servizio di eccellenza alle aziende associate e alle aziende del territorio.

“Si tratta di un progetto importante a cui stiamo lavorando da alcuni mesi. Metteremo a disposizione senza alcun onere per le imprese una piattaforma di welfare territoriale. Tutta la gestione sarà curata direttamente dai nostri specialisti” – hanno spiegato il presidente di Confapi Industria Piacenza Cristian Camisa e il Direttore Andrea Paparo. “Il motto è: le imprese risparmiano, il reddito aumenta e il territorio cresce”.

“Confapi Industria Piacenza consentirà alle piccole e medie industrie del territorio, che diversamente da sole non avrebbero potuto accedere, considerati i costi di implementazione di una tale struttura, di fruire alla pari di una grande industria delle agevolazioni previste agli articoli 51 e 100 del TUIR in tema di flexible benefits a favore dei propri dipendenti, così come incentivato anche dalla Legge di Stabilità 2016”.

In cosa consiste precisamente il progetto? È un servizio concreto dedicato alle imprese per la gestione degli strumenti di welfare aziendale a favore dei lavoratori per usufruire dei flexible benefits quali forma di retribuzione al lavoratore dipendente in beni e servizi in natura, che non concorrono a formare reddito da lavoro dipendente, detassati per l’azienda” – hanno chiarito Camisa e Paparo -, “è un’occasione di risparmio per le aziende e un aumento del reddito disponibile per i lavoratori”.

Per fare un esempio concreto, oggi considerando 1000€ di reddito annuo lordo, il costo aziendale è 1400€ e il reddito netto per il dipendente 600€.

Attraverso questo innovativo progetto e fornendo possibilità di spendere i soldi in beni e servizi in natura attraverso la nuova piattaforma, il cuneo fiscale diminuirà di 800€.

Le imprese avranno un costo di 1000€ e i lavoratori percepiranno 1000€. E’ facile intuire la portata del progetto se si considerano importi significativi per il numero di dipendenti.

Quando è previsto il lancio del progetto? “E’ tutto pronto, abbiamo già testato tutto” ha spiegato Camisa, “dedicheremo le prossime settimane ad un confronto e condivisione con le parti sociali e un approfondimento con i consulenti del lavoro e tutte le aziende interessate”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.