Quantcast

Da Barcellona a Piacenza, successo per l’Erasmus dei docenti

Si è conclusa, presso l’Ottavo Circolo di Piacenza, l’attività di Job shadowing di un gruppo di docenti provenienti da Barcellona, accompagnati dalla Dirigente Nùria Vila Pladevall

Più informazioni su

Si è conclusa, presso l’Ottavo Circolo di Piacenza, l’attività di Job shadowing di un gruppo di docenti provenienti da Barcellona, accompagnati dalla Dirigente Nùria Vila Pladevall.

Si tratta del secondo gruppo della scuola Sagrada Familia ricevuto quest’anno dalle scuole dell’Infanzia del Circolo.

Dopo l’accoglienza della Dirigente e del team docenti ed un incontro preliminare, il programma prevedeva osservazioni nelle scuole Don Minzoni e Besurica, dove sono state presentate le innovazioni introdotte dall’insegnamento della lingua inglese, laboratori creativi ed interattivi, metodologie adottate per l’inclusione.

Oltre all’aspetto didattico, si sono programmati anche itinerari culturali. Le docenti spagnole hanno potuto visitare la nostra città accompagnate da alcune insegnanti e visitare il borgo di Grazzano Visconti con le colleghe piacentine, grazie alla disponibilità della ditta Angelino che ha messo a disposizione un autobus. Infine hanno avuto l’opportunità di gustare le nostre specialità gastronomiche con una cena  in un ristorante tipico.

Il gruppo ha apprezzato particolarmente il programma di accoglienza e la metodologia attiva ed inclusiva che caratterizza l’azione didattica.

Lo scambio di buone pratiche  rientra nel programma Erasmus Plus di qualificazione professionale, di cui l’Ottavo Circolo e la scuola Sagrada Familia hanno beneficiato, ottenendo finanziamenti della Commissione Europea per i progetti presentati.

Per la scuola cittadina il progetto biennale “Open roads to Europe”, finanziato nel 2014, ha rappresentato una forte spinta innovativa, consentendo ben 28 mobilità, con esperienze di job shadowing presso la stessa Sagrada Familia e la scuola Geo Milev di Varna, Bulgaria, training formativi in Gran Bretagna e accoglienza di 3 gruppi di docenti provenienti dalle scuole partner.

L’interazione e la formazione hanno permesso di sviluppare percorsi CLIL nella scuola Primaria, incrementare l’interazione con paesi Europei, acquisire nuove metodologie e migliorare la professionalità docente, introdurre l’insegnamento della Lingua Inglese nelle scuole dell’Infanzia ed aprirsi a nuove prospettive nel campo della didattica e della comunicazione internazionale.

Certamente molte strade si sono aperte e la collaborazione continuerà con questa ed altre scuole: già sono attivi progetti di gemellaggio virtuale con eTwinning e altre piste sono in cantiere.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.