Quantcast

Elezioni Fiorenzuola, Brusamonti presenta il simbolo: “Concretezza e cuore” foto

La città al centro di tutto. La concretezza come punto di riferimento. Un cuore “affamato” per guardare al futuro. Questi i concetti chiave espressi da Giuseppe Brusamonti, candidato a sindaco della lista “Noi di Fiorenzuola per Brusamonti sindaco”, per le elezioni amministrative del prossimo 5 giugno. 

Più informazioni su

Fiorenzuola, il candidato Brusamonti: “Tre le parole chiave per governare: città, concretezza e cuore” – La nota stampa

La città al centro di tutto. La concretezza come punto di riferimento. Un cuore “affamato” per guardare al futuro. Questi i concetti chiave espressi da Giuseppe Brusamonti, candidato a sindaco della lista “Noi di Fiorenzuola per Brusamonti sindaco”, per le elezioni amministrative del prossimo 5 giugno.

Alla presentazione del simbolo della lista a sostegno di Giuseppe Brusamonti e del point elettorale in via Liberazione 9, è intervenuto tutto lo stato maggiore regionale e provinciale del Partito Democratico, insieme al direttore dell’Agenzia del Demanio Roberto Reggi.

Il candidato della lista “Noi di Fiorenzuola per Brusamonti sindaco” ha innanzitutto ringraziato i presenti: “Sono emozionato – ha attaccato Giuseppe Brusamonti – le parole che ho sentito mi danno una grandissima energia. In questi ultimi giorni ho pensato a ciò che mi ha spinto a impegnarmi per la mia città e mi sono venute in mente tre parole chiave:

– “città”: che deriva dal latino civitas e indica la condizione dell’essere cittadino. Denota il senso di appartenenza di un cittadino alla sua comunità. Vogliamo lavorare insieme per il bene e il progresso della comunità, della città. Siamo una bellissima comunità con una bella storia e tanti talenti. Ma siamo un puntino nell’universo e dobbiamo stare tutti dalla stessa parte per la nostra comunità;

– “concretezza”: oggi tutti abbiamo bisogno di concretezza. Lo vogliono i giovani, lo vogliamo tutti quanti. Dobbiamo concentrarci sul concreto. Restano tante cose da migliorare e da sviluppare. Il nostro sarà un programma all’insegna della concretezza. Però dobbiamo anche sognare, pensare in grande al futuro della nostra comunità;

infine “cuore”: il nostro cuore deve essere affamato.

I segretari cittadino e provinciale del Pd, Celestino Scarani e Loris Caragnano, hanno detto che “sarebbe un delitto consegnare il Comune a un centrodestra che qui in passato ha fatto solo danni”.

Il deputato Pd Marco Bergonzi ha ricordato i cinque anni in consiglio provinciale di impegno trascorsi a fianco di Brusamonti, sottolineando come Fiorenzuola abbia bisogno di impegno, di dedizione e di volontà e affermando come Giuseppe Brusamonti sia il miglior sindaco possibile per Fiorenzuola.

Poi la palla è passata al consigliere regionale Paola Gazzolo: “Fiorenzuola è la più emiliana della città della nostra provincia, è quella più aperta ai cambiamenti. In questi anni abbiamo fatto tanto, ma dobbiamo continuare a mantenere la capacità di comprendere le esigenze della comunità e di intercettare i finanziamenti necessari a soddisfare queste esigenze. Giuseppe è uno di noi, ha esperienza, capacità e sa stare al passo con i tempi. Per questo sarò al suo fianco”.

L’ex sindaco di Piacenza Roberto Reggi ha prima di tutto ringraziato l’attuale sindaco di Fiorenzuola Giovanni Compiani, per il suo impegno al servizio della comunità e ha esortato Brusamonti a tenere sempre a mente il suo slogan, “Uno di noi”: “Dovrà essere la sua stella polare – ha detto Reggi – con l’attenzione alle persone che soffrono e allo sviluppo economico della comunità. Bisogna aiutare le imprese, sostenerle, Brusamonti dovrà innanzitutto essere orgoglioso di rappresentare Fiorenzuola”.

Il presidente della Provincia di Piacenza Francesco Rolleri si è detto onorato di sostenere Giuseppe Brusamonti, mentre il sindaco di Piacenza Paolo Dosi ha sottolineato le difficoltà del “mestiere” di sindaco: “Non mancheranno le difficoltà, ma Brusamonti ne è già consapevole. Ma Brusamonti non sarà solo, questo lo deve sapere. Lo ringrazio per il suo coraggio e sono ovviamente a disposizione per collaborare”.

Il consigliere provinciale Luigi Molinari ha ricordato i passaggi che hanno portato alla candidatura di Giuseppe Brusamonti a sindaco di Fiorenzuola: “Negli ultimi quattro mesi mi sono impegnato per Fiorenzuola e anche oggi che compio gli anni sono qui per essere vicino a Giuseppe Brusamonti. Abbiamo vissuto primarie sanguigne, ma ora siamo uniti. Abbiamo alle spalle il partito più serio d’Italia e d’Europa. Mi associo al ringraziamento a Giovanni Compiani e ringrazio Giuseppe Brusamonti per il suo coraggio.

Ringrazio Paolo Savinelli (il “competitor” di Brusamonti alle primarie locali) che ha messo a disposizione il suo volto per una sfida dura. E ringrazio il segretario locale Celestino Scarani, il quale ha svolto un ruolo davvero incredibile. E un grazie, infine, e al segretario provinciale Loris Caragnano. Siamo pronti per la sfida amministrativa dei prossimi anni”.Gli ultimi interventi sono stati di Carlo Marchetta e Sara Lusignani, due rappresentanti della lista “Noi di Fiorenzuola per Brusamonti sindaco”, che hanno posto l’accento sul legame tra il candidato e la sua città e sulla competenza legata alle precedente amministrazione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.