Quantcast

Frutti Antichi, torna per due giorni a Pontenure la rassegna del Fai

Dopo il successo della prima edizione primaverile del 2015 con 10.000 visitatori presenti, la manifestazione viene riproposta con nuovi spunti e suggestioni

Più informazioni su

Sabato 7 e domenica 8 maggio 2016, dalle ore 9 alle 19, si rinnova al Castello di Paderna a Pontenure (Piacenza) l’appuntamento con l’edizione di Primavera di “Frutti Antichi”, rassegna di piante, fiori e frutti dimenticati e prodotti di alto artigianato, promossa dal FAI – Fondo Ambiente Italiano e realizzata in collaborazione con il Castello di Paderna e il Comitato FAI di Piacenza.
 
La manifestazione, che ha come filo conduttore la salvaguardia della biodiversità e il rinnovamento del patrimonio vegetale con particolare attenzione alle tipicità del territorio, quest’anno – dopo il successo della prima edizione primaverile del 2015 con 10.000 visitatori presenti – viene riproposta con nuovi spunti e suggestioni.

Tra vividi colori e intensi profumi, il parco del castello si trasformerà in un’immensa aiuola nella quale le fioriture tardive di azalee e rododendri saranno accanto alle prime rose e ortensie, alle piante aromatiche e ornamentali, ai prodotti dell’orto e a tante altre meraviglie botaniche che caratterizzano la bella stagione.

Grazie alla presenza di 130 espositori accuratamente selezionati provenienti da tutta Italia, il pubblico avrà non solo la possibilità di ammirare e acquistare un grande assortimento di specie floreali e arboree e piantine da orto, ma anche di ricevere utili consigli di coltivazione e idee per l’allestimento dei propri angoli verdi. Inoltre, i produttori agricoli ospitati negli spazi della corte presenteranno le loro migliori primizie: ravanelli, carote, asparagi, fragole.

E ancora succhi di frutta, confetture, gelatine, sottoli e sottaceti, etc. In particolare sarà presente l’Associazione Donne & Riso di Vercelli, esempio di sodalizio al femminile che, oltre a divulgare le informazioni sulle nuove e complesse realtà della moderna agricoltura, ha lo scopo di dibattere i problemi della famiglia e della donna inserita nel contesto agricolo.

Come sempre non mancheranno arredi da giardino, oggetti d’antiquariato e modernariato e, novità di questa edizione, ci sarà una speciale sezione dedicata ai tessuti.

Ospite speciale sarà la Scuola Asolana di Antico Ricamo, eccellenza dell’artigianato veneto e italiano, creata da Robert Wiedman Barret Browning alla fine dell’Ottocento per dare lavoro alle giovani donne del paese.

La scuola continua ancora oggi la sua produzione di ricami, eseguiti a mano, con l’intento di far conoscere e tramandare un’antica e nobile arte di eleganza, qualità, raffinatezza e perfezione.
 
Nei due giorni di manifestazione, come di consueto, momenti di svago e di apprendimento si alterneranno a dimostrazioni e conferenze, mentre i visitatori più giovani avranno la possibilità di partecipare a laboratori e giochi.

Tutto nell’atmosfera di serenità e di cordiale ospitalità ispirata dal Castello di Paderna, castrum romano documentato dal IX secolo, ambiente ideale per una tra le mostre e mercato florovivaistiche più apprezzate del nostro Paese.
 
E ancora, in occasione di “Frutti Antichi” verrà organizzata, negli spazi della ex stalla del castello, una mostra in omaggio a Beatrix Potter nel 150° della nascita della grande scrittrice, illustratrice e naturalista inglese, che vedrà esposta una collezione di 350 piccoli dipinti a olio e china inglesi, eseguiti su seta e arricchiti da preziosi ricami, di epoca vittoriana.
 
Ingresso a contributo minimo di 7 €; 5 € per gli iscritti FAI e per i possessori della Card dei Castelli del Ducato. Ingresso gratuito per i bambini fino ai 12 anni e per chi si iscriverà al FAI in occasione della manifestazione. I contributi raccolti saranno destinati a Torre e Casa Campatelli, bene del FAI a San Gimignano (SI).

Il programma delle iniziative proposte (salvo diversa indicazione, le conversazioni si svolgono presso lo spazio conferenze):
 
Sabato 7 maggio 2016:
– Ore 10.30: inaugurazione

– Ore 11: presentazione delle scuole che hanno realizzato i progetti sui microrganismi  

– Ore 12: “Quinoa (Chenopodium quinoa Willd) una coltura tradizionale andina, alternativa per l’Italia”, conversazione a cura di Dora Inés Melo, dottoranda della Scuola per lo studio del Sistema Agroalimentare (Agrisystem) – Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Piacenza

– Ore 15: “Il Bramaterra, un antico vitigno salvato dall’estinzione”, conversazione a cura di Paolo Montà, azienda agricola La Palazzina di Roasio (VC) (presso lo stand de La Palazzina)

– Ore 16: presentazione del libro “Scacco Al Re – Un’agricoltura sostenibile per un cibo sostenibile” sui principi di fisiologia umana e agronomia correlati all’orticoltura e frutticoltura sostenibili, a cura dell’autore Ettore Contardi
 
Domenica 8 maggio 2016:
– Ore 11: “Ottenere di più dalla terra in modo BIO”, conversazione a cura di Massimo Mercantini, giornalista e divulgatore, sull’opera di Madre Natura e sui modi per assecondarla, per risparmiare evitando i prodotti chimici e ottenere prodotti agricoli migliori e più gustosi

– Ore 12: “Il riso: piccoli chicchi, grandi virtù”, conversazione a cura di Natalia Bobba di Donne & Riso Associazione Agricola Femminile

– Ore 14: presentazione del libro “A tavola con gli insetti”, a cura degli autori Giovanni Sogari e Paul Vantomme, che trattano il tema degli insetti come una possibile nuova fonte di cibo per umani e animali. Con gli autori ci sarà Ettore Capri, Direttore del Centro di ricerca per lo sviluppo sostenibile dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Piacenza

– Ore 16: presentazione del libro “Dal pensiero al progetto del verde: saperi, abilità e competenze”, che raccoglie le riflessioni di alcuni importanti paesaggisti, dal giardino storico al giardino contemporaneo fino a trattare di aspetti legati alla materia vegetale impiegata nel progetto del verde.

Sabato e domenica, durante tutto il giorno, Il Barone Rampante e Studio di Arboricoltura saranno presenti nel parco con un ArborPoint, per fornire informazioni tecniche e scientifiche a cittadini e operatori del settore sulla corretta gestione degli alberi in città e sulla cura degli alberi monumentali.
 
Per informazioni:
– Sito internet: www.fruttiantichi.net – www.fondoambiente.it
– Segreteria manifestazione: tel. 334-9790207; e-mail: fruttiantichi@alice.it
– Delegazione FAI Piacenza: tel. 347-5414633; e-mail: delegazionefai.piacenza@fondoambiente.it
– Castello di Paderna: tel. 0523-511645; e-mail: info@castellodipaderna.it

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.