Quantcast

Fuori Porta: a Colorno omaggio a Maria Luigia “Nel segno del Giglio”

Sarà un tripudio di rose, clematidi, peonie in onore dell'Imperatrice, ma anche delle piccole piante da fiore che lei amava, a cominciare da quella Violetta di Parma che la ricorda

Più informazioni su

Un sontuoso Omaggio a Maria Luigia a Colorno per la 23^ edizione de “Nel segno del Giglio” 
Dal 23 al 25 aprile

Il 19 aprile del 1816, ovvero giusto due secoli fa, Maria Luigia d’Austria, già consorte di Napoleone e Imperatrice dei Francesi, giunse nel suo nuovo, minuscolo regno, il Ducato di Parma. La sua prima destinazione fu la Reggia di Colorno, sua futura residenza estiva.

Qui e l’indomani a Parma, in Cattedrale, il popolo l’accolse con tale entusiasmo da farle venire le lacrime agli occhi come lei stessa confessò al padre, l’Imperatore d’Austria.

I duecento anni dall’insediamento dell’Imperatrice come Duchessa, sono oggetto di un grande programma di festeggiamenti a Parma e in tutto il territorio dell’antico Ducato.

Del tutto naturale, quindi, che nella 23^ edizione de Nel segno del Giglio, la mostra mercato del giardinaggio di qualità che da sempre si svolge nella Reggia di Colorno e nel suo sontuoso Parco, venisse ricordata Maria Luigia, sovrana che aveva una passione per fiori e giardini.

Tante le soprese della grande mostra mercato che Elisa Migone e Isabella Gemignani cesellano con la consueta cura nel cortile interno della Reggia, lungo i viali del parterre firmato da Le Notre e tra le sinuosità del grande parco romantico della Reggia.

Sarà un tripudio di rose, clematidi, peonie in onore dell’Imperatrice, ma anche delle piccole piante da fiore che lei amava, a cominciare da quella Violetta di Parma che la ricorda.

Poi una attenta selezione di piante d’epoca, a ricordare e rioffrire specie ormai escluse dalla grande produzione e perciò tanto più amate da chi fa del giardinaggio una passione più che un mestiere. Tra esse il celere biricoccolo o susincocco i cui frutti si tramanda fossero graditi alla Duchessa di Parma.

Tutti gli oltre cento padiglioni di questa grande mostra-festa del giardinaggio, saranno addobbati a festa, con i colori dell’Imperatrice.

Anche il prestigioso Premio intitolato ad Ippolito Pizzetti che Nel segno del Giglio assegna ogni anno alle migliori proposte della manifestazione, sarà quest’anno accompagnato da un riconoscimento speciale nel nome di Maria Luigia, riconoscimento che la Giuria di esperti conferirà allo stand più elegante della mostra.

Nel segno del Giglio è organizzata e curata da ARTOUR s.c., con il patrocinio del Comune di Colorno.
Info: www.nelsegnodelgiglio.it

ORARI E BIGLIETTO D’INGRESSO

Sabato 23 Aprile 
dalle ore 10.00 alle ore 19.00, costo del biglietto € 8

Domenica 24 e Lunedì 25 Aprile
dalle 10.00 alle 19.00, costo del biglietto € 8
GRATIS fino a 14 anni

COME ARRIVARE

In auto
Autostrada A1, uscita Parma. Strada provinciale Asolana (SP343) per Colorno direzione Mantova 11 km.
In bus
Linea extraurbana. Per maggiori informazioni www.tep.pr.it

PER INFORMAZIONI E CONTATTI
ARTOUR Cooperativa di Servizi Culturali
email info@artourparma.it
sito internet www.artourparma.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.