Il Processo Aemilia e la lotta alla mafia, incontro con Piacenza in Movimento

L’Associazione Piacenza in Movimento, neonata associazione di cittadini che intende promuovere l’informazione relativamente alla tutela dei diritti civili ed economici sollecitando la partecipazione alla vita della comunità locale, si presenta con questo tema, ormai rilevante anche nella nostra città. 

Come è stato possibile che nella civile ed attenta Emilia Romagna sia potuta arrivare e crescere la mafia? Quali le connivenze a livello politico e professionale?

Di questo tema e dei conseguenti interrogativi si parlerà sabato 16 aprile alle ore 21 presso il salone Buon Samaritano della Caritas.

L’Associazione Piacenza in Movimento, neonata associazione di cittadini che “intende promuovere l’informazione relativamente alla tutela dei diritti civili ed economici sollecitando la partecipazione alla vita della comunità locale”, si presenta con questo tema, ormai rilevante anche nella nostra città.

Relatori della serata: l’on Giulia Sarti, deputata del Movimento 5 stelle aderente al Movimento Agende Rosse, nato dall’iniziativa di Salvatore Borsellino, fratello di Paolo nonché componente della Commissione Antimafia, Mauro Caldini, consigliere Comunale del M5 stelle a Montecchio Emilia, Emilio Salemme, presidente della Consulta Ambiente di Modena e testimone di infiltrazioni nel settore dell’ambiente, Sabina Natali e Sara Donatelli, attiviste di Agende Rosse di Modena che parleranno del caso “ Brescello” venuto alla ribalta nel processo Aemilia iniziato da recente a Bologna e Antonella Liotti, referente dell’Associazione Libera di Piacenza da sempre sul territorio nella promozione della legalità.

Modera la serata il giornalista Marcello Pollastri. 

La locandina dell’evento

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.