Omicidio Gaia, rilasciato dopo 44 giorni il giovane fermato

Il giovane era stato arrestato all'inizio di marzo: gli inquirenti hanno spiegato che il ragazzo continua ad essere "sospettato nel concorso del reato": il suo passaporto è stato ritirato per 30 giorni per evitare un possibile tentativo di fuga

Più informazioni su

Dopo 44 giorni di carcere è stato rilasciato il 23enne brasiliano sospettato di essere coinvolto nell’omicidio di Gaia Molinari, la giovane ragazza di Piacenza trovata morta il 26 dicembre 2014 nella spiaggia di Jericoacoara in Brasile.

Lo riporta il Diario do Nordeste. Il caso, che sembrava essere arrivato ad una svolta, sarebbe quindi di nuovo ad un punto morto.

Il giovane era stato arrestato all’inizio di marzo: Rommel Kerth, direttore del dipartimento di polizia specializzate (DPE) che si occupa delle indagini, ha spiegato che il ragazzo continua ad essere “sospettato nel concorso del reato”: il suo passaporto è stato ritirato per 30 giorni per evitare un possibile tentativo di fuga.

Nessun commento invece sulle indiscrezioni secondo le quali il test del Dna al quale il sospettato era stato sottoposto avrebbe restituito una compatibilità del 90% con il materiale genetico preso dal corpo di Gaia.

Fra le prove a carico del giovane un video di sicurezza nel quale il 23enne compariva accanto ad una donna, che gli inquirenti avrebbero identificato in Gaia: secondo quanto riferito dal legale difensore, dopo l’analisi tecnica di esperti è emerso che la persona nelle immagine non era Gaia ma una turista americana.

La difesa ha quindi presentato una domanda per il rilascio, accolta dal giudice. Sempre secondo l’avvocato, date le circostanze, non vi è alcuna possibilità che il suo assistito sia nuovamente arrestato.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.