Quantcast

Pallanuoto Everest travolge Farnese nel derby (1-25)

Davanti ad un pubblico numeroso e caloroso, l’Everest Piacenza travolge nel derby di ritorno la Pallanuoto Farnese e conquista il nono successo consecutivo.

Più informazioni su

CAMPIONATO DI PROMOZIONE

PALANUOTO FARNESE – EVEREST PIACENZA PALLANUOTO 1 – 25 (0-5) (1-6) (0-8) (0-6)

Farnese: Pennini M., Vagge, Cocconi, Adrovandi, Boiardi G. , Boiardi M., Pennini L., Maggiolo, Fontana, Colombi 1 . All. Sala

Piacenza : Azzimonti, Asti 2, Covati, Falcone 1, Martini 3, Bianchi 4, Merlo 3, Fanzini 5, Cighetti 1, Binelli 2, Felissari 2, Bacchi 2, Carini. All. Harry Van der Meer.

Sup Num : Farnese 1/6 Piacenza 8/11

Rigori: Farnese 0/0 Piacenza 1/1

Arbitro: Sala

Davanti ad un pubblico numeroso e caloroso, l’Everest Piacenza travolge nel derby di ritorno la Pallanuoto Farnese e conquista il nono successo consecutivo.

La squadra di Van Der Meer preme subito sull’acceleratore e conclude il primo parziale in vantaggio per 5 a 0, con Bianchi che sblocca il risultato dopo pochi secondi e le successive reti di Felissari, Merlo e Binelli, tra controfughe e superiorità numeriche. Ma si tratta solamente dell’inizio di una gara completamente a senso unico.

Nel secondo parziale l’Everest supera per ben sei volte il portiere avversario, ad opera del giovane Fanzini (autore di 5 reti in totale), Felissari in controfuga, Cighetti su rigore, Bacchi e Martini.

Soltanto una disattenzione in fase difensiva permette alla Pallanuoto Farnese di andare a segno con Colombi, che sfrutta una doppia espulsione ai danni degli “ospiti” e batte l’incolpevole Azzimonti.

Sul punteggio di 11 a 1 l’incontro può considerarsi chiuso, ma la goleada dei giocatori bianco blu non rallenta : nel terzo e quarto tempo i ragazzi continuano ad approfittare dei troppi errori degli avversari e centrano la porta difesa da Pennini per ben quattordici volte. C’è spazio anche per i gol di Asti in controfuga e Falcone in situazione di “uomo in più” per il definitivo 25 a 1 (gli altri marcatori sono esattamente gli stessi della prima metà gara).

Nessuna particolare reazione da parte dei “padroni di casa”, autori di parecchi errori in ogni zona del campo : il loro sistema di gioco è troppo prevedibile per creare problemi ai due portieri Azzimonti e Carini (subentrato nel finale).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.