Quantcast

Piacenza Alimentare, crescono fatturato ed export: “Creiamo lavoro sul territorio”

'Il consorzio Piacenza Alimentare non va in giro per il mondo a farsi vedere. Noi creiamo lavoro su Piacenza e questo deve esserci riconosciuto". Lo ha detto il presidente Sante Ludovico durante l'assemblea annuale dell'ente

Più informazioni su

‘Il consorzio Piacenza Alimentare non va in giro per il mondo a farsi vedere. Noi creiamo lavoro su Piacenza e questo deve esserci riconosciuto”.

Lo ha detto il presidente Sante Ludovico durante l’assemblea annuale dell’ente, il più grande d’Italia per l’export agroalimentare con una novantina di aziende, nella sede di Confindustria Piacenza.

Nell’ultimo triennio il fatturato del consorzio è cresciuto del 10,13 per cento, mentre il rapporto tra fatturato estero sul fatturato totale è aumentato, sempre nell’ultimo triennio, del 22,82 per cento.

Nel 2015 il fatturato dell’export ha un valore di 228 milioni di euro, con una crescita del 13 per cento, ben di più di quello regionale (fermo al 6,3 per cento). La crescita e, sul triennio, pari a 36,3 per cento.

I settori in maggiore crescita sono lattiero caseario (32,1 – 48,9 sul triennio) bevande (6,5 – 24,1), carni lavorate (2,9 – 47,1), frutta e ortaggi lavorati e conservati (-1,5 – 18,2).

“Siamo riusciti a far passare il messaggio che ci siamo e abbiamo prodotti di qualità – ha sottolineato Ludovico -. Il nostro cliente è il mondo: stiamo lavorando bene in paesi come Francia, Germania e Stati Uniti, ma i nostri soci si muovono ovunque, da Dubai alla Cina”. “In questi anni abbiamo creato importanti sinergie anche istituzionali, basti pensare che all’imminente edizione di Cibus avremo una serata con numerosi buyers americani e cinesi”.

“Il 2015 – commenta il direttore del Consorzio Daniele Ghezzi – ha suggellato sul fronte export un triennio molto positivo, segno di un dinamismo che fa ben sperare”. “Più del singolo marchio è importante promuovere una qualita unificante del territorio, che permetta ai consumatori di riconoscere i nostri produttori come eccellenza: tante nostre aziende sono vere e proprie ambasciatrici di Piacenza sui mercati esteri”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.