Quantcast

Play off Challenge, Lpr volley corsaro a Padova (1-3)

Comincia con una vittoria incoraggiante il cammino di Lpr Piacenza nei play off Challenge, sconfitta in casa Padova

Più informazioni su

BUONA LA PRIMA! LA LPR VOLLEY SI IMPONE A PADOVA IN GARA 1

TONAZZO PADOVA – LPR VOLLEY PIACENZA 1-3 (27-25; 18-25; 19-25; 23-25)

Tonazzo PadovaLeoni, Orduna 2, Giannotti 12, Balaso (L), Bassanello, Quiroga 11, Volpato 8, Berger 14, Milan 5, Diamantini 8. N.E. Cook, Averill, Lazzaretto. All. Baldovin.
LPR Volley Piacenza: Coscione 4, Kohut 8, Ter Horst 28, Perrin 17, Papi (L), Sedlacek 2, Patriarca, Luburic 8, Tencati 8, Tavares 1, Cottarelli. Non entrati Zlatanov. All. Giuliani.
Arbitri: Andrea Pozzato e Simone Santi.
Durata: 28’, 22’, 25’, 26’. Tot. 1h 41’
Spettatori: 1.525.
Incasso: 3.315 Euro.
MVP: Thijs Ter Horst
TONAZZO PADOVA
Battuta
Ace 5
Errori 10
Ricezione
Perfetta  18 %
Positiva   43%
Attacco   45%
Muri 6

LPR VOLLEY PIACENZA
Battuta
Ace 8
Errori 15
Ricezione
Perfetta  35 %
Positiva  54%
Attacco  56%
Muri 11

Padova – la LPR Volley si impone in gara 1 contro la Tonazzo Padova. Buona la prova dei biancorossi trascinati dalla banda olandese Ter Horst particolarmente in palla e dal canadese Perrin autori rispettivamente di 28 e 17 punti. Dopo un primo set sfuggito solo ai vantaggi, Piacenza si porta a casa i restanti parziali giocando una buona pallavolo e commettendo pochi errori che gli valgono quindi il primo round della serie.

I padroni di casa scendono in campo con Orduna al palleggio e Giannotti opposto, Volpato e Diamantini al centro, Berger e Milan in posto 4 e Balaso libero. Giuliani schiera Coscione in cabina di regia con Luburic opposto, Kohut e Tencati centrali, Perrin e Ter Horst di banda e Papi libero.

Nel primo parziale le squadre combattono punto a punto nelle fasi iniziali: il turno in battuta di Kohut però permette a Piacenza di allungare sui padroni di casa (4-7) che si riportano in parità complice un’infrazione a rete proprio dei biancorossi e un muro di Diamantini (9-9). Al time out tecnico è la LPR Volley avanti (10-12) che conduce per buona parte del parziale. Gli uomini di Baldovin però lottano su ogni pallone e si portano a casa il set ai vantaggi (27-25).

Padova parte bene nel secondo parziale (2-0) ma i biancorossi rimangono in scia: con due muri proprio la LPR Volley passa avanti (10-11) e con buon turno in battuta di Luburic il vantaggio aumenta a +4 (10-14). Piacenza sfrutta qualche errore di troppo dei patavini e si aggiudica il set grazie a un attacco di Ter Horst (18-25).

Nella terza frazione Padova si porta avanti nei primi scambi ma Piacenza compie il sorpasso con Kohut (3-4) e al time out tecnico va sul + 3 (9-12). I piacentini provano ad allungare ma i padroni di casa si rifanno sotto e accorciano nuovamente il distacco, costringendo coach Giuliani a chiamare il time out per spezzare il ritmo. Piacenza riallunga, portandosi sul +4 (16-20) grazie a Perrin e Ter Horst e con Kohut si aggiudica il parziale (19-25).

Nel quarto set è la LPR Volley a partire bene portandosi presto sul +2 con un ace di Coscione (4-6). Sul 7-10 per gli ospiti Baldovin chiama il time out per evitare che il distacco si faccia troppo netto ma al ritorno in campo Piacenza riprende a martellare trascinata dall’olandese Ter Horst (9-13). La Tonazzo riaccorcia complice una pipe di Berger e un ace di Orduna (18-19); Piacenza resta concentrata e sfruttando alcuni errori dei veneti si riporta sul +3 (20-23) e proprio grazie a un attacco out di Giannotti si porta a casa set e partita (23-25).

CHIAMATE VIDEO CHECK 
2° SET
5-5 (servizio Kohut) Video Check richiesto da: Tonazzo Padova per verifica fallo servizio.
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a LPR Piacenza (5-6)

3° SET
3-2 (attacco Berger) Video Check richiesto da: Tonazzo Padova per verifica invasione.
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a LPR Piacenza (3-3)

DICHIARAZIONI
Santiago Orduna (capitano Tonazzo Padova): «Dopo un buon primo set abbiamo avuto un calo più mentale che fisico e si è visto chiaramente. Entrambe le squadre hanno commesso molti errori e quindi ha vinto chi ha sbagliato meno, bravi i nostri avversari ad approfittarne. Mercoledì avremo l’occasione di riaprire la serie e sicuramente dovremo scendere in campo con un atteggiamento diverso se vorremo andare a Gara 3».
Alberto Giuliani (coach LPR Piacenza): «Voglio fare i complimenti ai ragazzi perché, nonostante un campionato difficile, non hanno mai mollato in palestra. Si sono sempre allenati al meglio e la vittoria di oggi è figlia di questo percorso. Sappiamo che Padova è capace di un livello di gioco migliore di quello espresso oggi e mercoledì dovremo aumentare anche il nostro per poterli contrastare».
G.C..

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.