Quantcast

Provincia, ok al bilancio 2015: “Rispettato il patto di stabilità” foto

Il consiglio provinciale approva il consuntivo 2015, in attesa di sottoporlo all'assemblea dei sindaci di Piacenza in programma il 27 aprile, giorno in cui gli amministratori saranno chiamati a esprimersi anche sul futuro del trasporto pubblico

Più informazioni su

Il consiglio provinciale approva il consuntivo 2015, in attesa di sottoporlo all’assemblea dei sindaci di Piacenza in programma il 27 aprile.

Giorno in cui non mancherà di certo il dibattito, visto che gli amministratori saranno chiamati a esprimersi in merito non solo al conto economico dell’ente di corso Garibaldi ma anche sul futuro del trasporto pubblico.

“Chiudiamo un bilancio difficile – dice il presidente della Provincia Francesco Rolleri – nel quale siamo riusciti a fare fronte alle situazioni critiche che ci siamo trovati ad affrontare, non da ultimo l’alluvione di settembre. A differenza della maggioranza delle Province, abbiamo rispettato l’obiettivo del patto di stabilita”.

Il dirigente Francesco Cacciatore illustra i dettagli del consuntivo: l’avanzo e di 7 milioni 850 mila euro, di cui due milioni e 950 mila euro non vincolati, contro i 15 milioni del 2014. Per quanto riguarda le entrate, quelle dell’Rca auto sono diminuite del 8,32 per cento, mentre quelle di trascrizione sono aumentate dell’11 per cento.

Diminuiscono decisamente le spese, da 41 a 35 milioni, grazie a un’operazione di razionalizzazione con tagli alle spese del personale (da 11 milioni e 644 mila euro a 10 milioni e 100 mila euro). Il patto di stabilità è stato rispettato, a differenza di altre realtà, un risultato riuscito a sole 3 province in tutta la Regione.

Non mancano gli spunti per la polemica: Sergio Bursi (FdI-An) punzecchia le colleghe di Fi Gloria Zanardi e Paola Galvani, mentre Luca Quintavalla (Pd) anticipa il dibattito acceso con i sindaci sul tema del trasporto pubblico, visto che i Comuni saranno chiamati per la prima volta a contribuire economicamente al servizio.

Patrizia Calza (Pd) sottolinea che i risultati raggiunti sono frutto di una solidità di bilancio ereditata dalle precedenti amministrazioni. “In questo momento stiamo meglio di altre Province – dice – ma sappiamo che non sarà sempre così in futuro”. Alessandro Piva (Pd) parla invece del risultato positivo ottenuto in occasione della missione di Expo, che ha visto il territorio lavorare unito.

Il bilancio passa con i voti compatti del consiglio, ad eccezione di Bursi che vota contro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.