Quantcast

Terremoto in Ecuador, il Comune di Piacenza raccoglie l’appello di solidarietà

“Tutti i cittadini che desiderino dare il proprio contributo – sottolinea il sindaco Paolo Dosi – possono effettuare una donazione sul conto corrente bancario appositamente attivato dalle autorità ecuadoriane

Più informazioni su

Anche il Comune di Piacenza fa proprio l’appello del Consolato dell’Ecuador con sede a Genova, la cui nuova rappresentante diplomatica – Narcisa Soria Valencia – ha invitato le istituzioni a condividere e diffondere le modalità di raccolta fondi per interventi umanitari, dopo la tragedia del terremoto che il 16 aprile scorso ha colpito il Paese sudamericano.

“Tutti i cittadini che desiderino dare il proprio contributo – sottolinea il sindaco Paolo Dosi – possono effettuare una donazione sul conto corrente bancario appositamente attivato dalle autorità ecuadoriane, di cui volentieri divulghiamo le coordinate. Un piccolo gesto di generosità può significare, per una terra duramente provata da questa calamità naturale, un aiuto concreto. Dall’Emilia Romagna, che purtroppo ben conosce il dramma del sisma e delle sue conseguenze, non può che arrivare un messaggio di solidarietà e sostegno”.

Un conto corrente adedicato all’emergenza è stato aperto presso la Banca Unicredit, con intestazione “Embajada del Ecuador – Terremoto Ecuador” e Iban IT72N0200805120000104261990.

Beni di prima necessità – tra cui materassi e sacchi a pelo, asciugamani, coperte, tende da campeggio, zanzariere e cotone idrofilo, spazzolini da denti, sapone, alimenti non deperibili, abbigliamento in buone condizioni – vengono invece raccolti direttamente presso il Consolato dell’Ecuador a Genova, in via XX Settembre 37 al 3° piano, in scatoloni aperti e con il nome completo del donatore.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.