A Rivalta le specialità piacentine conquistano Usa e Cina foto

Il castello di Rivalta ospita “Enjoy Piacenza’s Flavours at your table”, evento promosso dal Consorzio Piacenza Alimentare nell’ambito del Cibus, il Salone internazionale dell’alimentazione attualmente in corso a Parma. 

Due delegazioni di buyer stranieri provenienti da Cina e Stati Uniti insieme ad alcune delle principali aziende piacentine nel campo agroalimentare.

A riunirli, nel suggestivo scenario del Castello di Rivalta (Piacenza) è stato mercoledì il Consorzio Piacenza Alimentare: occasione l’evento “Enjoy Piacenza’s Flavours at your table”, nell’ambito del Cibus, il Salone internazionale dell’alimentazione in corso a Parma.

Cibus fa il pieno di aziende piacentine: in vetrina le nostre bontà LE FOTO

L’incontro tra aziende locali e buyer stranieri ha lo scopo di promuovere l’internazionalizzazione dei prodotti piacentini, molto apprezzati all’estero, ma anche di promuovere il sistema Piacenza come territorio: un vero e proprio “fuori salone” internazionale, svoltosi nel cuore della Food Valley piacentina, che ha rappresentato l’occasione per ribadire ancora una volta la più grande ambizione e missione del Consorzio Piacentino che, con i suoi 36 anni di storia, rappresenta oggi la più grande realtà di Italia.

“Il Consorzio Piacenza Alimentare – ha detto il presidente della Regione Stefano Bonaccini, ospite dell’evento – è all’interno dei progetti che abbiamo di internalizzazione per i quali solamente quest’anno abbiamo investito 10 milioni di euro: è importante convincere le aziende che la scelta dell’aggregazione per provare a vincere la sfida dei mercati europei internazionali è assolutamente vincente”.

“Le imprese in Regione che esportano hanno realizzato un volume di esportazione che vale 55 milioni e 300 milioni di euro: il cibo rappresenta la seconda voce, con 5 miliardi e 800milioni”.

“La nostra Regione – ha poi aggiunto durante il suo intervento di apertura lavori – deve puntare e sta puntando moltissimo non solo sull’internazionalizzazione ma anche sull’incoming e sono orgoglioso, sebbene di traguardi da raggiungere ce ne siano ancora molti, di condividere con voi questo dato: l’Emilia Romagna è la sesta Regione europea per attrattività di investimenti dall’estero. Un risultato importante, perché anche questo può rappresentare un’importante occasione per creare lavoro”.

L’INTERVISTA A BONACCINI

Un impegno, quello sottolineato da Bonaccini, che anche il presidente del Consorzio Sante Ludovico ha indicato come strada per il futuro: «Lavoreremo sempre più in sinergia con la Regione per raggiungere i nostri obiettivi”.

“L’auspicio – ha concluso il presidente – è quello di riuscire ad essere promotore in modo sempre più determinante di una reale sinergia a tutti i livelli e tra tutti gli attori, economici e istituzionali, con l’obiettivo comune di portare Piacenza, il suo buon cibo e le sue grandi tradizioni, nel mondo”.

Insieme a Bonaccini e Ludovico sono intervenuti Matteo Picariello, Direttore ICE Chicago e Claudio Pasqualucci Direttore ICE Shangai. A fare gli onori di casa il conte Orazio Zanardi Landi, presidente dell’Associazione dei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza. Presenti anche i consiglieri regionali Pd Katia Tarasconi e Gianluigi Molinari, oltre al sindaco di Piacenza Paolo Dosi e al consigliere provinciale Alessandro Piva. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.