Quantcast

Alla stazione con mezzo chilo di droga, arrestato “corriere” 32enne

I Baschi Verdi della Compagnia di Piacenza, nel tardo pomeriggio di sabato, hanno arrestato un giovane di nazionalità italiana che trasportava 470 grammi di marijuana e 50 grammi di cocaina alla stazione ferroviaria di Piacenza

CORRIERE DELLA DROGA ARRESTATO DALLA GUARDIA DI FINANZA ALLA STAZIONE DI PIACENZA – La nota stampa

I Baschi Verdi della Compagnia di Piacenza, nel tardo pomeriggio di sabato, hanno arrestato un giovane di nazionalità italiana che trasportava 470 grammi di marijuana e 50 grammi di cocaina alla stazione ferroviaria di Piacenza.

L’intervento si inserisce nel complesso delle attività di prevenzione e repressione attuato quotidianamente dai Baschi verdi della Compagnia di Piacenza, congiuntamente alle unità cinofile presenti alla sede, a contrasto del traffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti.

E’ proprio nel corso di tale servizio che sabato pomeriggio l’attenzione dei militari è stata rivolta ad un giovane intento a percorrere il sottopasso della stazione in procinto di cambiare treno. Il soggetto in questione, classe ’84 di origini siciliane, proveniente da Milano e diretto verso la riviera adriatica ha subito palesato un atteggiamento circospetto, cercando di cambiare direzione non appena scorti i militari.

Tali atteggiamenti, non sono sfuggiti all’occhio attento dei finanzieri i quali insospettiti dall’anomalo comportamento hanno seguito il giovane al fine di sottoporlo a controllo. L’eccessivo nervosismo dimostrato dal giovane nelle fase del controllo documentale, ha spinto i militari a procedere ad un controllo approfondito del bagaglio al termine del quale è stato individuato, abilmente occultato all’interno di una sacca, l’ingente quantitativo di stupefacente.

Dell’avvenuto ritrovamento veniva data immediata notizia al Pubblico Ministero di turno della Procura della Repubblica di Piacenza, il quale disponeva l’arresto del giovane per la violazione dell’art. 73 (Produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze psicotrope) del D.P.R. 309/’90 e la contestuale custodia dello stesso presso il carcere delle Novate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.