Quantcast

Biodiversità, due settimane di eventi tra parchi, biblioteche e teatro 

In Provincia di Piacenza sono stati coinvolti 7 comuni e 5 biblioteche con oltre una decina di appuntamenti organizzati dai CEAS Infoambiente (Multicentro aree urbane del Comune di Piacenza), Emilia Occidentale, Val Trebbia e Intercomunale di Fiorenzuola d’Arda.

Più informazioni su

La biodiversità si scopre, si vive e…si trasforma in parole, in arte e poesia anche a Piacenza con il progetto ” Si legge…biodiversità”, un viaggio lungo più di due settimane nelle aree protette e nelle città, nelle scuole e nelle fattorie, nelle biblioteche e nei Centri di Educazione alla Sostenibilità (CEAS) della nostra Regione.

Una manifestazione che ha come data-evento il 22 Maggio, Giornata Mondiale della Biodiversità, dedicata dalle Nazioni Unite alla difesa e allo studio di questa straordinaria risorsa. La biodiversità è ciò che mangiamo, sono le fibre naturali con cui ci vestiamo, sono molti dei farmaci che utilizziamo, l’arredamento delle nostre case e, secondo la definizione ancora oggi più chiara e diffusa,  “La varietà degli organismi a tutti i livelli, da quello delle varianti genetiche all’interno della stessa specie, fino alla gamma delle varie specie… e comprende anche la varietà degli ecosistemi” E. Wilson 1988.

Non serve essere esperti e conoscere nomi e caratteristiche scientifiche di ambienti e specie: la biodiversità si scopre e si apprezza osservando i colori autunnali degli alberi e delle fioriture primaverili; le forme diverse degli insetti e  delle foglie; i toni e le armonie dei canti degli uccelli. La biodiversità colpisce gli osservatori più attenti anche e solo attraverso i sensi: è questo il primo passo per attivare un contatto!Per avvicinare adulti e bambini alla biodiversità abbiamo scelto molte iniziative,  ma soprattutto diversi linguaggi (musica, poesia e letteratura, teatro, laboratori, visite e degustazioni);  abbiamo scelto di scovare la biodiversità nei parchi e di sorprenderla nelle città, di cercarla nelle parole dei libri e degli attori, per offrire a tutti la chiave per comprendere che non può esistere più un mondo senza questa parola e senza i suoi infiniti e indispensabili significati. 
 
Dal 20 Maggio al 5 Giugno in Emilia Romagna un calendario denso di eventi promuove la biodiversità attraverso il coinvolgimento e la partecipazione attiva dei cittadini.

In Provincia di Piacenza sono stati coinvolti 7 comuni e 5 biblioteche con oltre una decina di appuntamenti organizzati dai CEAS Infoambiente (Multicentro aree urbane del Comune di Piacenza), Emilia Occidentale, Val Trebbia e Intercomunale di Fiorenzuola d’Arda.
 
Entusiasta il Presidente dei Parchi del Ducato, Agostino Maggiali, perché il progetto è un occasione di incontro e collaborazione fra i Parchi del Ducato e i comuni del territorio piacentino. Sappiamo che molti cittadini visitano Parchi e Riserve in autonomia o per partecipare a visite guidate, escursioni, ludoteche e incontri promossi dal nostro Ente. Il Progetto, grazie in particolare al Comune e al Servizio Biblioteche, porta i Parchi del Ducato anche nel cuore della città e ci offre l’opportunità di raggiungere un pubblico ancora più ampio”.
 
Sonia Anelli, Responsabile del CEAS Parchi del Ducato aggiunge “Spesso si sente parlare di Biodiversità in modo improprio oppure con un linguaggio troppo complesso per la maggior parte dei cittadini. Il CEAS e la Regione hanno l’obiettivo, al contrario, di coinvolgere e interessare adulti e bambini, per questa ragione siamo partiti da una riflessione sulle metodologie e gli strumenti educativi più idonei. Come Ente di Gestione, il tema della biodiversità fa parte delle nostre buone pratiche di gestione, in quanto si tratta in molti casi di tutelare e valorizzare ambienti o specie in pericolo, la cui scomparsa rischia ormai di compromettere importanti equilibri ecologici”. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.