Quantcast

Blocco Studentesco: raccolta firme contro i disservizi bus

All'uscita da scuola i militanti del Blocco Studentesco hanno messo in scena un blitz con fumogeni e bandiere presso la nuova stazione degli autobus per inaugurare una raccolta firme contro l'amministrazione comunale e contro Seta, l'azienda che gestisce i trasporti pubblici

Più informazioni su

Venerdì all’uscita da scuola i militanti del Blocco Studentesco hanno messo in scena un blitz con fumogeni e bandiere presso la nuova stazione degli autobus per inaugurare una raccolta firme contro l’amministrazione comunale di Piacenza e contro Seta, l’azienda che gestisce i trasporti pubblici.

“Il nuovo piano dei trasporti pubblici – si legge in una nota diffusa dal Blocco Studentesco – con la costruzione della nuova stazione e il nuovo sistema di navette che collegano ad essa i vari istituti cittadini, causa ritardi, anche di ore, a migliaia di studenti e che crea ogni giorno una grave congestione del traffico”.

“La nostra azione non si ferma qui – prosegue la nota – e ad essa seguirà una raccolta firme in tutti gli istituti cittadini per chiedere che il sistema dei trasporti per gli studenti sia profondamente modificato, ripristinando la vecchia stazione o facendo partire le linee degli autobus direttamente dalle vicinanze degli istituti. Per questo saremo pronti fin da subito a chiedere che una nostra delegazione venga ricevuta dall’assessorato competente e dai vertici di SETA”.
 
“Vogliamo inoltre denunciare – conclude la nota – il fatto che questo nuovo sistema sia stato introdotto praticamente alla fine dell’anno scolastico, come se si volessero evitare le ovvie proteste che da esso derivano. Per noi ciò non è un problema e se i disagi sopra descritti continueranno il Blocco Studentesco continuerà questa battaglia già prima dell’inizio del nuovo anno scolastico. Come sempre non ci tireremo indietro e saremo a fianco degli studenti piacentini”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.