Quantcast

Boxe Piacenza in trasferta a Rozzano e a Ponte della Venturina foto

La Boxe Piacenza  è stata impegnata sabato scorso a Rozzano con il pugile Luca Nicolini, purtroppo ha dovuto assistere a un vero e proprio furto. Il portacolori bianco rosso ha incontrato il pugile di casa Tommasini, match particolarmente combattuto che ha visto attacchi continui da entrambi gli atleti.

Più informazioni su

Boxe Piacenza impegnata sabato 14 maggio a Rozzano con il pugile Luca Nicolini; il portacolori bianco rosso ha incontrato il pugile di casa Tommasini, match particolarmente combattuto che ha visto attacchi continui da parte di entrambi gli atleti.

Il pugile piacentino dopo essersi aggiudicato tutte e tre le riprese ha dovuto subire, a detta di Boxe Piacenza “un incomprensibile e scandaloso verdetto da parte degli arbitri, che hanno aggiudicatol’incontro al pugile di casa.”

“Questi tipi di verdetti fanno male allo sport e soprattutto ai ragazzi che come Nicolini, compiono sacrifici enormi pur di continuare l’attività” dichiara la società piacentina, “per fortuna questi sbagli non sono cosi frequenti, e i tecnici Campanini e Pellini pensano già a una possibile rivincita tra i due durante la riunione in programma a San Giorgio per rimediare all’ingiustizia” conclude la società. 

Altri due pugili biancorossi erano in programma nella riunione organizzata dalla Pugilistica Domino; il consolidato pugile Gionatan Magrini, al rientro dopo un piccolo fermo imposto da impegni lavorativi e Juxhin Hitaj, prossimo al debutto. I match sono saltati poi a causa dell’indisponibilità degli avversari; in alternativa hanno potuto partecipare ad un ottimo allenamento con la squadra tedesca ospite dei fratelli Tazzi, 

Continua l’attività giovanile della Boxe Piacenza al parco di Ponte della Venturina, località climatica dell’Alto Reno, che ha fatto da proscenio alla quinta tappa del Criterium di pugilato giovanile; la società bianco rossa si è presentata forte di cinque componenti già rodati dalle tappe precedenti, suscitando interesse nei confronti dei suoi campioncini tecnicamente preparatissimi. Accompagnati dal Tecnico Campanini e da Renato Vigevani ex gloria biancorossa ormai in pianta stabile  nell’organico, hanno brillantemente superato gli ostacoli sia tecnici che fisici a loro proposti. 

I cangurini Joele Cavazza, Damian Shahaje, Michael Di Leno dopo aver brillantemente superato il percorso fisico tecnico si sono cimentati in una sessione di sacco e boxe a vuoto veramente encomiabile riscuotendo elogi anche dal coordinatore regionale Emanuele Orlando. 
I canguri, di un anno più maturi, Domenico Capparola e Alessio Rosi, hanno sostenuto le stesse prove dei cangurini con in aggiunta una seduta di combattimento, in quanto dal prossimo anno inizierà la fase di combattimento vera e propria. 

La società biancorossa si appresta a vivere un maggio e giugno di fuoco, avendo in carniere partecipazioni a parecchie riunioni, in particolare a Cremona e Pavia, senza dimenticare la kermesse casalinga di giugno, sentita in maniera particolare dagli alfieri di via di Vittorio e dalla dirigenza tutta, capitanata dai fratelli Orsi e dai sempre attivi Thomas Bollani e Alessandro Bertuzzi.       

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.