Quantcast

“Capaci di anticipare i grandi” 20 anni di consiglio dei ragazzi foto

Tutti gli ex componenti hanno concordato che questa esperienza è stata estremamente formativa ed utile per accrescere il senso dell’impegno e del lavoro di squadra, due aspetti fondamentali per cercare di realizzare sogni e/o progetti e per creare un futuro migliore per tutta la comunità.

Il consiglio comunale dei Ragazzi e delle Ragazze di Piacenza festeggia il traguardo dei 20 anni al salone monumentale di Palazzo Gotico. 

Palazzo Mercanti ha celebrato la storia dell’istituzione alla presenza dei giovani componenti attuali: 2° G e 3° B della media Dante; 2° A, 2° F, 3° A e 3° F della media Faustini; 1° H e 2° H della media Frank; 1° D della media Carducci; 1° B, 2° B e 3° B della media Calvino. 

Al saluto istituzionale del presidente del Consiglio comunale, Christian Fiazza, del sindaco Paolo Dosi e dell’assessora alle Politiche Scolastiche Giulia Piroli, è seguito l’intervento del pedagogista Davide Tagliafichi, che dal 1996 ne coordina le attività. 
I ragazzi delegati dai propri coetanei, Giulia Gazzola e Lorenzo De Maria, entrambi della 3° B della media Calvino di via Boscarelli, hanno poi presentato, le esperienze e proposte più significative, prima di lasciare spazio alla seconda parte della mattinata, introdotta dalle coreografie della scuola di danza Tersicore.

Il pedagogista Daniele Novara, ideatore del Consiglio dei Ragazzi e delle Ragazze, ha approfondito il tema dei diritti dell’infanzia, lasciando poi la parola al dirigente comunale Giuseppe Magistrali con l’esclamazione: “Viva il consiglio dei Ragazzi e delle Ragazze!”.
Magistrali si è complimentato con tutti i ragazzi per il lavoro svolto, per l’impegno e la dedizione con la quale hanno portato a termine questo “gioco estremamente serio ed originale, – ha affermato il dirigente comunale – che non è stato una mera parodia del mondo dei grandi, ma piuttosto un’esperienza originale in grado di cambiare la logica della nostra città, permettendo di prevedere il futuro della nostra comunità”.

In utlimo sono intervenuti tre ex componenti del Consiglio dei Ragazzi: Matteo Magnelli, che ha fatto parte del consiglio negli anni 1997-1998; Marcella Martino, componente del progetto negli anni 2002-2003; ed infine Betty Paraboschi, attualmente giornalista di Libertà, che ha partecipato al primo consiglio dei Ragazzi.

Tutti gli ex componenti hanno concordato che questa esperienza è stata estremamente formativa ed utile per accrescere il senso dell’impegno e del lavoro di squadra, due aspetti fondamentali per cercare di realizzare sogni e/o progetti e per creare un futuro migliore per tutta la comunità.

L’incontro si è concluso sulle note dell’inno di Mameli, per commemorare la strage di Capaci, avvenuta 24 anni fa, dove persero la vita il magistrato antimafia Giovanni Falcone, sua moglie e tre agenti della scorta.   

Ida Lamparelli
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.