Quantcast

Centri estivi, i ragazzi adottano un’area pubblica con “I care”

I Centri Educativi della città che lavorano in convenzione con il Comune di Piacenza hanno in programma per questa primavera – estate una nuova iniziativa: il progetto “I Care”

Più informazioni su

I Centri Educativi della città che lavorano in convenzione con il Comune di Piacenza hanno in programma per questa primavera – estate una nuova iniziativa: il progetto “I Care”.

Il progetto denominato “I care”  consiste nel prendersi cura di un’area pubblica normalmente frequentata anche dai ragazzi che frequentano i Centri Educativi e dalle loro famiglie (parchi gioco, parchi e giardini cittadini, ecc.).

La finalità del progetto è quella di stimolare la cittadinanza attiva dei ragazzi affinché imparino a prendersi cura di spazi comuni, anche nell’ottica di valorizzare le risorse di quei minori che vivono situazioni di disagio.

In sintesi, i ragazzi dei Centri scelta un’area, ne documenteranno punti di forza e criticità anche raccogliendo le opinioni dei cittadini che frequentano tale luogo attraverso la somministrazione di un questionario. In alcuni casi si occuperanno anche di apportare piccole migliorie attraverso attività di manutenzione condotte insieme agli educatori (es. ripassare le linee del campo da calcetto con il gesso; ridipingere la struttura delle porte del campo da calcio). Tali attività, condotte dai centri in diverse aree cittadine, verrà svolta fino al termine del periodo estivo.

Nel tentativo di rendere tale progetto il più possibile motivante ed educativo, si concluderà, per questo primo anno, con un incontro tra i ragazzi dei Centri e i rappresentanti del Comune, dove i ragazzi esporranno i risultati delle attività di documentazione. Tale incontro dovrebbe svolgersi indicativamente nel mese di ottobre.

Il progetto potrà proseguire negli anni successivi dove, nelle stesse aree verdi, i ragazzi, con l’eventuale aiuto di esperti esterni da individuare (es. liceo artistico, politecnico, infoambiente, ecc) potranno studiare e successivamente proporre piccoli interventi volti a migliorare la fruibilità delle suddette aree.

L’Assessore comunale Stefano Cugini ha particolarmente lodato l’iniziativa perchè sollecita la partecipazione sociale dei giovani: “Ho trovato il progetto “I Care” innovativo e precursore dei progetti di co – partecipazione che il Comune vuole stimolare con le realtà associative e cooperativistiche”. Erano presenti alla conferenza stampa: Emiliano Sanpaolo di Eureka, Mariachiara Bisotti e Rosanna Zanotti di Oltre, Alessandro Tiberi e Maria Scagnelli per Casa del Fanciullo, Infoambiente, la dott.ssa Franca Pagani.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.