Quantcast

Colpo grosso Lpr, arriva lo schiacciatore Parodi

Classe 1986, giunge a Piacenza con un curriculum e un albo d’oro di tutto rispetto; Parodi infatti ha vestito le maglie dei migliori Club italiani conquistando con loro i riconoscimenti più importanti

Più informazioni su

LPR Piacenza prosegue nella costruzione di una solida e competitiva corazzata in vista della stagione 2016/17, sulla carta già ricca di impegni di Campionato e Challenge Cup.

Le ambizioni piacentine sono alte e, dopo i pregiati ed esaltanti ingaggi della diagonale Hierrezuelo-Hernandez, il ritorno in maglia biancorossa di Marshall e Alletti ed il rinnovo dell’intramontabile Papi, il prossimo anno coach Giuliani potrà avvalersi anche di un’altra punta di diamante: Simone Parodi.

Lo schiacciatore di Taggia (Imperia), classe 1986, giunge a Piacenza con un curriculum e un albo d’oro di tutto rispetto; Parodi infatti ha vestito le maglie dei migliori Club italiani conquistando con loro i riconoscimenti più importanti.

Dal 2005, anno di esordio nella massima serie, veste le maglie di Cuneo (2005-2006, 2007-2008, 2009-2011), Verona (2008-2009) per poi approdare definitivamente a Civitanova dove trascorre le ultime 5 stagioni.

In queste 11 stagioni di A1 si dimostra un atleta fondamentale nel rettangolo di gioco e parte attiva della conquista dei trofei più ambiti: 3 Campionati (2010, 2012, 2014), 3 Supercoppe (2010, 2012, 2014), 1 Coppa Italia (2011) e 1 Coppa CEV (2010). Nel 2007 viene per la prima volta convocato nella Nazionale maggiore, dove milita tutt’ora.

Anche con gli Azzurri Parodi batte cassa ed espugna un oro al Memorial Hubert Wagner (2011), due medaglie d’argento ai Campionati europei (2011 e 2013), un bronzo alle Olimpiadi di Londra del 2012 e due bronzi nelle World League di Mar del Plata (2013) e Firenze (2014).

Schiacciatore dalle ottime doti anche in ricezione in 11 stagioni ha messo a terra, tra Regular Season e Coppa Italia, 2763 punti e a Piacenza ritrova un punto di riferimento del suo passato: coach Giuliani.

Sulla recente operazione al ginocchio Parodi tiene a precisare che “Sto bene, l’operazione è andata al meglio e tutto sta procedendo nel verso giusto, ora ho ancora il tutore e sto facendo un po’ di fisioterapia, ma leggera”.

Per quanto riguarda l’arrivo a Piacenza Parodi è carico: “C’erano stati dei contatti con la Società addirittura nel periodo in cui militavo a Cuneo, ma non tengo nascosto che Piacenza è una squadra in cui mi sarebbe sempre piaciuto giocare. Negli ultimi due anni la LPR non ha avuto vita facile ma credo che questo sia l’anno della rivoluzione e l’idea di ripartire con degli obiettivi ben precisi è stato sicuramente un incentivo in più per prendere questa decisione”.

La squadra si sta sempre più formando e il posto 4 è sicuro che “Sarà una squadra competitiva, la diagonale è molto forte, e secondo me Hernandez e Hierrezuelo non sono ancora esplosi al 100%; credo saranno in grado di fare grandi cose. Alletti è un ottimo centrale e per quanto riguarda Marshall e Papi non sono io a dover giudicare o illustrare la loro carriera. Credo che questa squadra possa posizionarsi un gradino sotto alle 2-3 big che sulla carta sono più forti di noi, poi sul campo è sempre tutta un’altra storia”.

Le ultime battute sono riservate ad Alberto Giuliani, coach che Parodi conosce a fondo: “Con Giuliani ho trascorso tantissimi anni in cui, per fortuna, abbiamo vinto anche tanto. Sono felice di ritrovarlo a Piacenza, averlo come allenatore è un ulteriore fattore che mi ha fatto decidere di trasferirmi alla LPR. Credo che sia un grandissimo allenatore e spero che entrambi potremo di nuovo toglierci qualche soddisfazione”.

Entusiasta il Presidente Molinaroli: “L’ingaggio di Parodi rappresenta il grande acquisto della stagione. Ha avuto un piccolo problema fisico ma siamo sicuri che all’avvio della preparazione avrà già recuperato il piccolo intervento subito a fine Campionato e sarà pronto ad allenarsi con tutto il resto della squadra. Reputo Parodi uno dei posti 4 più validi e importanti del panorama pallavolistico, per la squadra sarà una pedina fondamentale e il suo valore darà risalto a tutta la LPR”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.