Quantcast

Elezioni Rottofreno, la lista “Insieme si può” presenta programma e il candidato Tagliafichi

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato di presentazione della lista comunale "Insieme si può", guidata da Davide Tagliafichi, in lizza per elezioni di Rottofreno (Piacenza). 

Più informazioni su

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato di presentazione della lista comunale “Insieme si può”, guidata da Davide Tagliafichi, in lizza per elezioni di Rottofreno (Piacenza). 

Il nostro intento è di intraprendere adeguate politiche per l’infanzia, intervenendo perché il nostro Comune diventi effettivamente a misura di bambino. Occorre una nuova prospettiva, profonda e radicale, fortemente dotata di buon senso pratico e della grandissima ambizione di voler modificare profondamente e strutturalmente il nostro Comune, coraggiosa e rivoluzionaria perché chiede agli adulti di vedere la città con gli occhi dei bambini.  

Il punto di partenza non può che essere la consapevolezza che le risposte ai bisogni dei giovanissimi vadano collocate al centro dell’azione amministrativa e di governo, assumendo il bambino come indicatore della qualità della vita urbana, perché la città nella quale vivono bene i bambini è davvero una città dove vivono bene tutti. Una pista ciclabile sicura per un bambino lo è anche per un adulto, così come una strada dove si può passeggiare senza il rischio di essere investiti è un luogo piacevole per tutti.

Occorre allora migliorare lo stato dei giardini pubblici, mettere in sicurezza vie e piazze con un’adeguata segnaletica, fornire le case di acqua buona, creare accordi e protocolli tra gli adulti ispirati a buone pratiche di sostenibilità ambientale.

Occorre soprattutto modificare il Piano Strutturale Comunale adottato dalla precedente Amministrazione,  palesemente sovradimensionato con quote inaccettabili di cementificazione e consumo di suolo fertile, un vero pericolo per il futuro nostro e dei nostri figli.

Scegliere di assumere il bambino come parametro di valutazione della qualità ambientale significa misurarsi con qualcosa di completamente nuovo. In un momento come quello attuale, nel quale gli spazi urbani soffrono di degrado fisico, sociale e morale, il bambino considerato come elemento centrale delle politiche di sviluppo civico può essere la prospettiva giusta dalla quale iniziare a vivere il presente e progettare il futuro. Una prospettiva non facile, lunga, contraria alle spinte individualistiche del mondo di oggi, qualcuno potrebbe dire utopica, ma in cui noi crediamo, perché “Insieme si può”. 

Candidato Sindaco Davide Tagliafichi = Pedagogista, 50 Anni

Candidati Consiglieri

Serena Alseno = Architetto, 26 Anni
Alessia Barbieri = Psicologa, 30 Anni
Simona Bellan = Consigliera Uscente, 50 Anni
Alida Cervini = Operatrice Socio Sanitaria, 27 Anni 
Andrea Conti = Direttore Di Casa Di Riposo, 32 Anni
Gianfranco Dudiez = Tecnico Di Caldaie, 44 Anni
Maria Gallo Detta Grazia = Casalinga, 52 Anni
Giovanni Gazzola = Ingegnere E Imprenditore Settore Alimentare, 37 Anni
Giorgio Gnocchi = Pensionato, 79 Anni
Stefano Mantovani = Avvocato, 53 Anni
Antonino Miano Detto Tonino = Macchinista Ferroviere, 41 Anni
Mara Negrati = Dottoressa Specialista In Scienze dell’alimentazione, 64 Anni
Giuseppe Orsi = Commerciante, 52 Anni
Giovanni Perotti = Esperto In Progettazione E Gestione Di Servizi Socio-Sanitari, 67 Anni
Giovanni Sali = Infermiere, 28 Anni
Luisella Zangrandi = Insegnante, 46 Anni

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.