Europei, Carini eguaglia il suo record e chiude settimo nei 200 farfalla

L’atleta della Vittorino da Feltre di Piacenza allenato da Gianni Ponzanibbio e da Emanuele Merisi si è classificato al settimo posto fermando il cronometro su 1’56”,81, lo stesso identico tempo che aveva fatto segnare ieri nelle semifinali

Si è fermato ad un passo da una storica impresa il nuotatore piacentino Giacomo Carini.

Nella finale dei 200 farfalla dei Campionati Europei assoluti svoltasi oggi nel tardo pomeriggio a Londra, infatti, l’atleta della Vittorino da Feltre di Piacenza allenato da Gianni Ponzanibbio e da Emanuele Merisi si è classificato al settimo posto fermando il cronometro su 1’56”,81, lo stesso identico tempo che aveva fatto segnare ieri nelle semifinali che gli avevano garantito l’accesso all’atto conclusivo che ha assegnato il titolo continentale.

La zona medaglia, con atleti del calibro del campione e primatista europeo Laszlo Cseh e del danese Viktor Bromer, rappresentava un traguardo quasi proibitivo per Carini che in finale, tuttavia, ha dimostrato ancora una volta di essere un atleta straordinario e un autentico campione capace di migliorarsi continuamente e di stupire tutti gli addetti ai lavori, soprattutto per la sua giovanissima età (18 anni) e per il fatto di essere un debuttante ai Campionati Europei.

Pur non riuscendo a centrare una storica impresa, tuttavia, Carini ha mantenuto altissima la bandiera del nuoto italiano, ed anche di quello piacentino, conquistando un piazzamento davvero straordinario e facendo segnare, ancora una volta, un riscontro cronometrico con cui ha eguagliato il suo record italiano della categoria Cadetti.

Grazie alle performance fatte segnare ai Campionati Europei, infatti, Carini è riuscito ad abbassare il suo personale sui 200 farfalla di due decimi di secondo, avvicinandosi ulteriormente al tempo limite che garantisce la qualificazione alle Olimpiadi di Rio stabilito a 1’56”,10. Attualmente Carini, grazie al suo 1’56”,81, è il sedicesimo nuotatore al mondo nella specialità dei 200 farfalla.

“Credo che Giacomo – commenta il tecnico Gianni Ponzanibbio – abbia compiuto una grande impresa, centrando la finale alla sua prima partecipazione agli Europei e migliorando il record italiano Cadetti”.

“Le medaglie erano proibitive e l’unico fattore che monitoravamo era rappresentato dal riscontro cronometrico che ha dato un esito estremamente positivo. Le Olimpiadi non sono lontanissime, Giacomo deve riuscire a limare ancora sette decimi di secondo ed avrà ancora una possibilità fra un mese quando a Roma gareggerà nel Trofeo Sette Colli. Giacomo è in crescita continua e ad ogni gara continua a migliorarsi”.

“Siamo orgogliosi della gara fatta da Carini agli Europei – commenta il Presidente della Vittorino, Sandro Fabbri – e del grande risultato che ha conquistato. Sabato prossimo lo festeggeremo qui alla Vittorino e sarà anche l’occasione per ricordare il titolo italiano assoluto vinto un mese fa. I risultati di Giacomo sono la dimostrazione dell’ottimo lavoro svolto a livello giovanile da tutte le nostre squadre agonistiche; sono il fiore all’occhiello della nostra Società sportiva”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.