Quantcast

Fai Giovani, passeggiata in Valtidone alla scoperta di Montalbo

Il gruppo FAI Giovani Piacenza invita ad un pomeriggio in Val Tidone alla scoperta di un luogo suggestivo e insolito della nostra provincia, caratterizzato da architetture antiche e vigneti verdeggianti, scorci imperdibili, tradizioni e buon cibo: Montalbo di Ziano

Più informazioni su

Si rinnova l’appuntamento con la passeggiata a Montalbo, in programma per lo scorso 13 settembre, e purtroppo annullata a causa delle condizioni meteo avverse.

L’evento, organizzato dal FAI Giovani – Piacenza e dedicato alla valorizzazione di luoghi unici e spesso poco conosciuti della nostra provincia, viene quindi recuperato domenica 5 giugno 2016, con partecipazione aperta a tutti gli interessati.

Il borgo, svettante sulle colline della Val Tidone, è dominato dalla mole del castello, del quale si hanno notizie sin dal 1138 quando i Consoli del Comune di Piacenza investirono del feudo un certo Marco da Pecorara.

Nel 1215, nonostante proprio in questo luogo i pavesi, che avevano già messo a ferro e fuoco la provincia, venissero sconfitti, il castello subì gravi danni e venne ricostruito una prima volta.

Durante il dominio visconteo, il Duca di Milano assegnò la località a Filippo Confalonieri, la cui famiglia lo tenne fino al 1516 quando i Dal Verme, potenti signori della zona, distrussero nuovamente il castello.

Il fortilizio passò in seguito ai marchesi Scotti, che lo trasformarono in residenza signorile, conferendo alla struttura l’immagine attuale e affidando la progettazione ad un architetto assai prossimo al celebre Vignola.

Il 23 giugno 1614 il conte Orazio Scotti, mecenate dell’insigne pittore Lanfranco, ottenne il marchesato di Montalbo e si insediò nel castello. Divenuto proprietà di diverse famiglie nobiliari piacentine, fu poi donato dalla duchessa Clelia Sforza Fogliani Pallavicino al Seminario di Piacenza perchè venisse impiegato come sede estiva; durante l’occupazione tedesca fu sede di un comando militare. L’imponente castello è oggi di proprietà privata, che ne ha curato il restauro, e svetta all’interno dell’ampio e ricco giardino caratterizzato da alberi secolari.

La passeggiata, che si snoderà attraverso le vigne lungo i fianchi del castello, prenderà avvio dalla chiesa di S. Cristoforo, eclettica costruzione degli anni Trenta, dotata di una singolare cupola ottagonale con manto in rame.

Programma:
Ritrovo ore 15.15 presso la chiesa di Montalbo
visita della chiesa
visita del castello, il cui giardino sarà aperto in via del tutto eccezionale per l’occasione 
visita del borgo di Montalbo
passeggiata di 30 minuti in un sentiero che costeggia i vigneti circostanti
rientro al borgo e merenda presso l’agriturismo “L’Oca d’Oro”

INFO – Le auto potranno essere parcheggiate lungo la strada. Indicazioni per raggiungere Montalbo da Piacenza: arrivare a Borgonovo Valtidone, al semaforo seguire le indicazioni per Ziano Piacentino, alla rotonda prendere per Moretta, superare Ziano e seguire per Vicobarone, giunti a Vicobarone all’incrocio al centro del paese, seguire l’indicazione per Montalbo.

Gli organizzatori si riservano di annullare la manifestazione in caso di Si raccomanda un abbigliamento adatto per la passeggiata e scarpe comode.

Evento aperto a tutti a contributo libero con possibilità di iscriversi al FAI in loco alla quota di benvenuto FAI Giovani: 10€ dai 18 ai 25 anni e 20€ dai 26 ai 35 anni possibilità di rinnovo a 20€ dai 18 ai 25 anni e a 29€ dai 26 ai 35 anni

Per informazioni: faigiovani.piacenza@fondoambiente.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.