Festa della Polizia, il questore: “Lotta ai furti in casa (che non calano)” foto

Il questore Salvatore Arena traccia il tradizionale bilancio dell'attività della polizia nell'arco degli ultimi 12 mesi. Al Gotico la cerimonia con le autorità. "Diminuzione dei reati in genarale del 18%". Invariato il numero dei furti in abitazione mentre aumentano frodi e le truffe agli anziani. 

A Palazzo Gotico di Piacenza sono iniziate le celebrazioni per il 164esimo anniversario della polizia di Stato. Presenti alla cerimonia le autorità cittadine e anche l’ex ministro Pierluigi Bersani.

Il questore Salvatore Arena traccia il tradizionale bilancio dell’attività della polizia nell’arco degli ultimi 12 mesi; ai cronisti ha parlato del fenomeno che più allarma la popolazione, quello dei furti in abitazione. “Il dato non è in decremento, è stabile – ha affermato – bisogna cercare di rafforzare ulteriormente l’attività di controlli e vigilanza. A Piacenza e provincia abbiamo iniziato instaurare un proficuo rapporto di collaborazione con i comitati di controllo del vicinato. In questo senso abbiamo già avuto un primo incontro in questura. “Ponendo l’attenzione sui problemi che riguardano i singoli quartieri – ha aggiunto – tramite sistemi moderni, come whatsapp, per un’informazione in tempo reale quando si verifica un determinato fatto delittuoso”.


“I numeri relativi ai delitti denunciati all’autorità giudiziaria parlano di una diminuzione dei reati in genere pari al 18% – illustra il questore nel discorso ufficiale -; il dato più significativo, una diminuzione di circa il 20%, concerne i furti in esercizi commerciali, in auto in sosta, di autovetture, i borseggi, le rapine e le estorsioni. Resta sostanzialmente invariato rispetto all’anno precedente la percentuale che riguarda i furti in abitazione, le denunce per tentato omicidio e violenza sessuale. Mentre sono in aumento, in media del 10%,le denunce in materia di stupefacenti, frode informatica, lesioni dolose, sfruttamento della prostituzione e truffa ai danni di anziani ad opera di criminali senza scrupolo che, facendo leva su fragilità e solitudine delle vittime, ne sottraggono gli oggetti più cari e la stessa dignità.”

E’ stato inoltre annunciato l’arrivo imminente di sei nuovi poliziotti in viale Malta, nel ruolo di agenti e assistenti, due dei quali a disposizione già dalla fine del mese di giugno.  Il questore ha inoltre sottolineato l’imporanza del’ottimizzazione delle risorse e della pianificazione della sicurezza, in cui giocano un ruolo importante anche le nuove tecnologie; a partire dalle telecamere di videosorveglianza, che saranno implementate.Arena ha espresso i propri ringraziamenti a tutti i reparti della polizia di Stato, compresi gli agenti della polizia penitenziaria, fondamentali nel lavoro d’identificazione dei detenuti stranieri per procedere all’espulsione, e della Digos, che svolge un importante attività informativa e di controllo dell’ordine pubblico e della sicurezza.

“Sono stati circa 3500 i servizi ordinari e straordinari di controllo del territorio che hanno permesso di controllare oltre 6000 veicoli e di identificare 19.000 persone, circa, di cui 480 accompagnate in Questura per identificazione ed accertamenti. “

Nell’elenco delle attività spiccano i dati sull’immigrazione: “Sono stati 842 i rilasci di permesso di soggiorno per asilo politico, che ha registrato un aumento di quasi il 300% in un anno, a seguito delle quotidiane richieste di protezione internazionale ad opera dei profughi. Alla data del 20 maggio sono 552 gli extracomunitari ospitati in questa provincia rispetto ai 346 dell’anno precedente”.  LEGGI QUI IL DISCORSO INTEGRALE

L’INTERVISTA AL QUESTORE SALVATORE ARENA

TUTTI I PREMIATI – ENCOMIO Assistente GNUTTI Gianmarco (ai tempi dell’operazione in servizio alla Questura di Reggio Emilia) “Dimostrando notevole senso del dovere e spiccate capacità professionali espletava un’efficace indagine che consentiva di individuare e trarre in arresto un cittadino magrebino, responsabile di omicidio e lesioni personali dolose aggravate”. Reggio Emilia 24 dicembre 2012.  ENCOMIO Assistente Capo INGUANTA Alessandro “In servizio presso la Squadra Mobile, evidenziando spiccate capacità professionali ed operative, si distingueva in un’operazione di P.G. che si concludeva con l’esecuzione di quattordici ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di soggetti responsabili di associazione a delinquere dedita al favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione”. Piacenza, 11 aprile 2014.

LODE Commissario Capo Dr. Salvatore Blasco (ai tempi dell’operazione in servizio a Genova) “Per la capacità professionale dimostrata nel dirigere un’operazione di Polizia Giudiziaria che si concludeva con il fermo di una persona, gravemente indiziata del delitto di furto, nonché con l’esecuzione di tre provvedimenti restrittivi, di cui due internazionali, emessi dalla A.G. per la medesima attività delittuosa”. Genova 31 ottobre 2013. LODE ISPETTORE CAPO SORRENTINO GIANPIERO “In servizio presso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, con impegno e professionalità si distingueva in un’attività di Polizia Giudiziaria conclusasi con l’arresto di un cittadino straniero per detenzione di sostanza stupefacente ed il sequestro di Kg. 1,3 di hashish”. Piacenza, 19 marzo 2014. LODE Agente Scelto MARINO Gennaro Agente Scelto SASSANO Vincenzo “In servizio presso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, dimostrando professionalità e dedizione, portava a termine un intervento di soccorso pubblico a favore di una donna con intenti suicidi”. Piacenza, 6 maggio 2014.

LODE Commissario Capo SORDI ARCELLI FONTANA Filippo Sostituto Commissario BERARDO Roberto Assistente Capo CORCAGNANI Lina Assistente Capo FRANZINI Andrea Assistente Capo PEZZA Stefano Agente Scelto PICCINNO Michele “In servizio presso la Squadra Mobile, dando prova di capacità professionali ed operative, partecipava ad un’indagine di P.G. conclusasi con l’arresto di un individuo responsabile del reato di omicidio”. Piacenza, 1° aprile 2014. LODE Ispettore Capo ERCINI Michele (ai tempi dell’operazione in servizio c/o la Sezione Polizia Postale di Piacenza ora alla squadra di P.G. della Procura) Sovrintendente Capo VINCINI Pietro (in servizio c/o la Sezione Polizia Postale di Piacenza) “Con impegno e professionalità, si distingueva in un’operazione di P.G. che consentiva di assicurare alla giustizia un individuo, autore dei reati di detenzione e divulgazione di materiale pedo – pornografico e violenza privata aggravata dalla minore età”. Piacenza, 28 gennaio 2014.

LODE Assistente CAPICCIOLA Alessandro “In servizio presso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, con determinazione operativa portava a termine un intervento di P.G. conclusosi con l’arresto di due individui, responsabili del reato di tentato furto” Piacenza, 28 febbraio 2014. LODE Sovrintendente MORO Pier Paolo Assistente Capo ROSSETTI Alessandra (ai tempi dell’operazione in servizio c/o l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, ora cessata dal servizio) “Per l’impegno profuso nel coordinare un’attività di ricerca e soccorso di un anziano scomparso, finalmente trovato in un canale d’irrigazione nel quale era scivolato e tratto tempestivamente in salvo”. Piacenza, 29 settembre 2013. LODE Ispettore Capo GAUDENZI Fausto Ispettore Capo ERCINI Michele Assistente Capo CORCAGNANI Lina Assistente Capo INGUANTA Alessandro “Dando prova di conoscenza della materia e delle tecniche investigative, portava a termine una delicata indagine di Polizia Giudiziaria che consentiva di trarre in arresto, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare, un insegnante responsabile di atti sessuali compiuti nei confronti di alunne minorenni”. Piacenza, 21 giugno 2013 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.