Quantcast

“La politica è un bene?” Reggi e Trespidi “interrogati” dagli studenti del Mattei foto

"La politica è un bene?" Questa la domanda posta dagli studenti dell'istituto Mattei di Fiorenzuola a Roberto Reggi e Massimo Trespidi, rispettivamente ex sindaco e ex presidente della Provincia di Piacenza. 

Più informazioni su

“La politica è un bene?” Questa la domanda posta dagli studenti dell’istituto Mattei di Fiorenzuola a Roberto Reggi e Massimo Trespidi, rispettivamente ex sindaco e ex presidente della Provincia di Piacenza. 

“L’idea di organizzare un dibattuto di questo tipo è partita dai ragazzi, nell’ambito delle mini assemblee – spiega il dirigente scolastico del Mattei, Mauro Monti -. Lo spunto è arrivato dalle amministrative di Fiorenzuola, occasione che vedrà molti ragazzi votare per la prima volta, anche se si è voluto evitare di dare una connotazione elettorale a questa iniziativa. Per questo motivo si è scelto di puntare sulle motivazioni, sul perché ci si voglia occupare della cosa pubblica, e sono stati scelti due testimoni d’eccezione, due ex amministratori di Piacenza. L’incontro è stato introdotto da due ragazzi che hanno partecipato al progetto “Una settimana da sindaco”, portando la loro esperienza”. 

“E’ stata un’iniziativa molto interessante – commenta Reggi, ora direttore dell’Agenzia del Demanio -. Abbiamo cercato di spiegare a questi ragazzi come fare politica serva a raggiungere la propria felicità: non bastano le soddisfazioni personali o professionali, è importante contribuire a creare un contesto migliore per i propri figli e i propri nipoti. Diventa obbligatorio, quindi, occuparsi di politica e della cosa pubblica. Abbiamo provato a trasmettere questo messaggio ai ragazzi, e penso che ci siamo riusciti, anche grazie all’amicizia che lega me e Massimo. I ragazzi hanno bisogno di un messaggio di normalità come questo, perché spesso si ha un’idea negativa della politica, legata a episodi di corruzione. Non è giusto far passare questo messaggio: ci sono persone che onestamente e con passione si impegnano per il bene pubblico, soprattutto nelle amministrazioni locali. E sono la maggior parte”. 

“Nella vita sono importanti gli incontri che fai – aggiunge Trespidi -, nella mia vita ho incontrato persone che mi hanno fatto appassionare della realtà, tutta intera, senza lasciar fuori niente. Questa amicizia corrispondeva al bisogno che avvertivo di prestare attenzione alivello sociale e politico. Sono contento di quello che ho fatto, la politica è un bene perché ci sono esempi di buone politiche e buoni amministratori che dimostramo come sia possibile lavorare insieme per il bene di tutti. Io come presidente della Provincia e Reggi come sindaco di Piacenza abbiamo dato dimostrazione di questo: occorre recuperare il valore della politica, di quella politica che sa unire e non divide. Oggi più che mai questa necessità è più che mai evidente: le persone devono parlare tra di loro, confrontarsi perché è un momento storico in cui le divisioni non ci portano da nessuna parte. Vale anche per il nostro territorio: è un momento storico che dobbiamo vivere da protagonisti, per questo abbiamo bisogno di una politica che sia un servizio e non un mestiere per i politicanti, ma che sappia unire le persone anche di appartenenze diverse in un progetto per il bene della gente”. 
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.