Quantcast

Linea di confine, quattro spettacoli teatrali al S. Matteo

Il Gruppo Teatrale Quarta Parete organizza, con il patrocinio del Comune di Piacenza, la decima edizione della rassegna teatrale Linea di Confine

Più informazioni su

LINEA DI CONFINE 2016 – 10^ edizione – La nota stampa
 
Il Gruppo Teatrale Quarta Parete organizza, con il patrocinio del Comune di Piacenza, la decima edizione della rassegna teatrale Linea di Confine

La rassegna si tiene a Piacenza, al Teatro San Matteo, spazio sempre più accogliente e pronto ad ospitare l’ennesima rassegna curata dal teatro locale. Tutti gli spettacoli avranno inizio alle 21.
 
Decima edizione è un traguardo ragguardevole  per una rassegna di teatro organizzata da una realtà non professionista, alle prese con le attuali difficoltà del “proporre cultura”. Difficoltà ancora più evidenti proprio per le piccole realtà locali.

Linea di Confine vuole offrire una possibilità di confronto per realtà teatrali non professioniste che spesso non hanno l’opportunità di uscire dagli stretti confini del proprio territorio e dimostrare come anche compagini amatoriali siano in grado di realizzare prodotti teatrali di qualità.

La rassegna quest’anno propone quattro spettacoli, che spaziano per tema e genere in diversi ambiti teatrali, creando ancora una volta una mappa curiosa e accattivante.

L’esordio è previsto venerdì 6 maggio con lo spettacolo “Il paradiso del procione” di Massimo Brusasco, autore del testo e regista della COMPAGNIA TEATRALE FUBINESE. La compagine di Fubine (provincia di Alessandria) ha una lunga storia teatrale alle spalle e negli ultimi anni ha spesso messo in scena spettacoli scritti dal proprio regista. Questo testo vede in scena alcuni genitori che si confrontano sui problemi dei loro figli.

Sabato 7 maggio sarà la volta della COMPAGNIA DELLE MUSE da Cremona, alle prese con un testo scritto a quattro mani da Nino Marino e da Nino Manfredi, che ne è stato il primo interprete. Il titolo è “Gente di facili costumi” che vede il movimentato rapporto di due personaggi particolari: una prostituta di buon cuore e un intellettuale frustrato. Questo spettacolo ha avuto diversi riconoscimenti in diversi concorsi a cui ha preso parte.

Sabato 14 maggio sul palco del Teatro San Matteo saliranno gli attori di TEATRO ARMATHAN di Verona alle prese con un importante testo pirandelliano: “L’uomo, la bestia e la virtù”, che il gruppo veronese ha allestito in una versione agile e moderna, rispettando però il gioco delle maschere tanto caro a Pirandello. Anche questo spettacolo ha avuto svariati riconoscimenti in importanti rassegne nazionali.

Il quarto e ultimo spettacolo è di QUARTA PARETE che ha scelto di affrontare uno stimolante e complesso testo di Friedrich Durrenmatt, “La visita della vecchia signora” e che vede in scena una foltissima squadra di attori: ben ventisei, divisi fra gruppo storico e laboratorio, sotto la guida di Tino Rossi. Testo con una decisa valenza etico/morale che disegna figure e situazioni forti e controverse.

La rassegna si presenta quindi anche quest’anno ricca ed articolata e chiede al pubblico piacentino una partecipazione adeguata, perché il fare teatro ha bisogno dell’incontro fra attore e spettatore.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.