Quantcast

Municipale, la nuova stagione lirica con Verdi, Puccini, Mozart e Bellini foto

Stagione musicale 2016/2017 del Teatro Municipale di Piacenza, in commissione consiliare del Comune la tradizionale presentazione del cartellone alla presenza della direttrice artistica Cristina Ferrari

Più informazioni su

Stagione musicale 2016/2017 del Teatro Municipale di Piacenza, in commissione consiliare del Comune la tradizionale presentazione del cartellone alla presenza della direttrice artistica della Fondazione Teatri Cristina Ferrari

La Ferrari ha spiegato che “restando nei vincoli del bilancio, riusciamo a offrire una stagione con sette titoli di lirica, di cui un musical (l’allestimento jazz ‘Mimi era una civetta’)”. “Abbiamo privilegiato nella scelta – ha precisato – opere che da diverso tempo non venivano proposte a Piacenza. In particolare ‘La Wally’ non viene rappresentata da oltre 40 anni non solo a Piacenza, e per questo su questa rappresentazione c’è molta attesa da parte della critica internazionale”. 

La stagione musicale sarà inoltre caratterizzata nel 2017 da una serie di appuntamenti speciali con alcune ricorrenze in musica: il 14 gennaio un concerto per le vittime del pendolino, 5 febbraio in occasione del compleanno del tenore Flaviano Labo’ con il concorso Flaviano Labo’, il 14 maggio si terrà il concerto per Piacenza Primogenita, il 2 giugno il concerto per la festa della Repubblica e il 18 giugno il concerto per la festa della musica.

Per quanto riguarda la stagione lirica, si comincia all’insegna di Giuseppe Verdi con il “Ballo in maschera” venerdì 7 e domenica 9 ottobre, con la regia di Leo Nucci, il coro del Teatro Municipale, e l’orchestra Luigi Cherubini.

“La Boheme” di Giacomo Puccini va in scena il 4 novembre e 6 novembre, con la regia e l’ideazione scenica di Cristina Mazzavillani Muti, il coro del Teatro Municipale, le voci bianche del coro Farnesiano, e l’orchestra giovanile Luigi Cherubini.

“Mimi è una civetta” è lo spettacolo jazz fuori abbonamento in programma il 5 novembre, su allestimento di Cristina Mazzavillani Muti, con la tromba di Fabrizio Bosso.

“La Wally” di Alfredo Catalani, dramma lirico di Luigi Illica andrà in cartellone il 17 e 19 febbraio 2017. “Così fan tutte” di Wolfgang Amadeus Mozart sarà in scena il 10 e 12 marzo, con l’orchestra giovanile Luigi Cherubini.  “I Puritani” di Vincenzo Bellini in scena il 24 e 26 marzo.

“Avrò dunque sognato!” è un evento in occasione dei 50 anni di carriera del baritono Leo Nucci, con musiche di Giuseppe Verdi in programma il 31 marzo e il 2 aprile. 

“Notte per me luminosa”, scene liriche su Orlando Furioso, in occasione dei 500 anni dell’opera andrà in scena il 28 aprile e 30 aprile con un ensemble contemporaneo del conservatorio Nicolini. 

Per la stagione concertistica ecco alcuni appuntamenti in anteprima:  il 17 novembre in scena l’Orchestre des Champs Elysees con musiche di Beethoven; il 17 dicembre, omaggio a Enrico Caruso, Leo Nucci in recital con Italian Opera Chamber Ensemble; il 31 dicembre il tradizionale concerto di San Silvestro con l’rchestra sinfonica di Piacenza, il coro del Teatro Municipale che eseguiranno le musiche di Verdi, Cajkovskij, Borodin, Brahms, Dvorak, De Falla.

Nel 2017 si debutta il 28 gennaio in scena la Filarmonica Toscanini con Cajkovskij e Shostakovic. Il 4 marzo tocca all’Orchestra nazionale della Rai con David Garret violino musiche di Mozart, Cajkovskij, Stravinskij, Ravel.

Il 18 marzo I virtuosi italiani con musiche di Puccini, Wagner, Mahler, mentre l’8 aprile la Filarmonica Toscanini con musiche di Handel, infine il 12 maggio la Filarmonica Toscanini esegue lo Stabat Mater di Gioachino Rossini. 

La stagione della danza vedrà i seguenti appuntamenti: domenica 20 novembre Don Chisciotte – Compania Nacional de Danza De Espana; domenica 8 gennaio Il lago dei cigni – balletto di Maribor; 22 gennaio Coppelia – omaggio a Lele Luzzati nel decimo anniversario dalla scomparsa. Solisti Anbeta Toromani e Alessandro Macario; 26 febbraio Aria – arie barocche nell’aria No gravity dance company; 7 maggio No lander – meditazione sull’Odissea su Omero, nuova creazione del coreografo piacentino Riccardo Buscarini.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.