PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piacenza-Como, sfida play off ad alta tensione domenica

E’ dunque sfida play-off con il Como per il Piacenza, l’esito dell’ultima giornata con il Prato ha portato all’accoppiamento forse più temuto ed atteso contro i lariani, in un confronto che si trascina il carico di tensione e polemiche

Più informazioni su

E’ dunque sfida play-off con il Como per il Piacenza. INFO BIGLIETTI

L’esito dell’ultima giornata con il Prato ha portato all’accoppiamento forse più temuto ed atteso contro i lariani, in un confronto che trascina il carico di tensione e polemiche dopo i due impegni della stagione regolare.

COMO, SENZA ALTI NE’ BASSI – Un andamento molto regolare in campionato con due soli momenti difficili, coincisi con le doppie sconfitte maturate a cavallo della dodicesima e tredicesima giornata (Piacenza e Carrarese) e diciannovesima e ventesima giornata (Viterbese ed Arezzo); la squadra di Gallo si è mostrata molto costante con 15 vittorie complessive e sole 9 sconfitte, meglio in proporzione il rendimento in trasferta con 27 punti (gli stessi di Piacenza ed Arezzo) frutto di 7 vittorie e 6 sconfitte.

Diverso il percorso al Sinigaglia con 32 punti (2 in più della Giana ma 2 in meno rispetto a Renate e Piacenza), caratterizzato da appena tre sconfitte ma ben otto pareggi. Nel confronto tra girone di andata e ritorno la squadra di Gallo ha fatto meglio nella fase discendente, con 31 punti contro i 27 della parte iniziale, con uno score pari all’Alessandria ed appena dietro al duo Arezzo-Piacenza. Merito in particolare delle ultime 12 giornate nelle quali solo i biancorossi e la Cremonese hanno superato i lariani.

DIFESA VULNERABILE – Se l’attacco si è sempre mantenuto su buoni standard con 55 reti segnate (quinto in classifica), divisi quasi equamente tra casa e trasferta (dove solo Piacenza e Giana hanno segnato di più), è in difesa dove arrivano le lacune maggiori con le 49 marcature patite (di gran lunga la peggiore delle prime dieci), di cui ben 28 in trasferta, addirittura peggio della difesa della Lupa Roma che pur penultima ha subito due reti in meno dei comaschi nelle sfide lontano da casa.

SINGOLI DI QUALITA’ – Accanto al bomber Matteo Chinellato autore di ben 11 reti, spiccano i centrocampisti Matteo Pessina con 9 centri, Davide Di Quinzio con 6 e Alessio Cristiani con 5 che, insieme all’altro attaccante Giuseppe Le Noci (7) compongono l’ossatura del 3-5-2 di Fabio Gallo.

Davanti al portiere Zanotti giostra il trio di difesa Briganti-Nossa e Fissore, Fietta è il perno centrale che agisce a supporto degli interni Di Quinzio e Pessina, a loro volta impegnati a sovrapporsi con le ali Peverelli (a destra) e Sperotto (a sinistra); in avanti accanto all’intoccabile Chinellato possono agire Bertani (4 reti al rientro dalla lunga squalifica), come seconda punta, oppure Cristiani e Le Noci come trequartisti, in un modulo che cosi potrebbe variare dal rodato 3-5-2 al 4-3-1-2.

Giancarlo Tagliaferri

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.