Pirovano (Mediolanum): “Cresce il risparmio, le banche devono riportare serenità” foto

Giovanni Pirovano, vicepresidente di Banca Mediolanum, è stato il relatore principale dell'incontro promosso a Piacenza al teatro Politeama per i risparmiatori

Più informazioni su

Giovanni Pirovano, vicepresidente di Banca Mediolanum, è stato il relatore principale dell’incontro promosso a Piacenza al teatro Politeama per i risparmiatori. Uno dei tanti appuntamenti informativi che l’istituto di credito promuove sul territorio: “Tutela dei risparmi, cosa cambia, cosa cambiare”, il titolo dell’iniziativa a cui hanno partecipato tanti piacentini.

“Fino a pochi mesi fa banca voleva dire sicurezza – ha spiegato Pirovano – oggi invece per tanti può significare preoccupazione e paura. Per questo vogliamo fare una riflessione sulla situazione delle banche in Italia, perchè ogni giorno ci sono affermazioni anche del governo, come quella del ministro Padoan che sollecita le unioni, perchè ci sono troppe banche in Italia”. 

“Noi vogliamo dare informazioni rassicuranti – aggiunge – sullo stato di salute delle banche italiane, che stanno meglio rispetto ai primi anni della crisi, ma come si suol dire ci troviamo ‘in mezzo al guado’. L’altro tema che interessa i risparmiatori riguarda gli investimenti da fare in una fase di tassi negativi, mai nella storia ci eravamo trovati di fronte a questo quadro, pertanto i clienti ci interrogano: ‘dove investo i miei soldi?’. Una volta c’era l’ancora sicura dei titoli di Stato e dei buoni postali, ma oggi non è più così”.

“Da diversi anni informiamo costantemente i nostri clienti – fa notare Pirovano – sull’evoluzione del sistema bancario, siamo entrati in un regime di vigilanza europea che ha posto al centro un concetto fondamentale. I salvataggi delle banche non possono più essere a carico dei contribuenti e dello Stato, ma a carico di chi ha prestato fiducia alla banca”.

“Sono tre-quattro anni che Banca Mediolanum organizza decine di migliaia di incontri sul territorio per informare e i nostri clienti ci sono riconoscenti. La prova è che Banca Mediolanum nei primi mesi del 2016 sta ottenendo risultati molto positivi di raccolta della liquidità, ossia i clienti, di fronte a uno scenario di preccupazione, non guardano solo più ai tassi di interesse, ma vanno alla ricerca di una banca trasparente e solida. E trovano in Mediolanum queste due caratteristiche”.

“Il risparmio in Italia sta crescendo – afferma Pirovano – ma si è modificata la sua distribuzione. Sta sparendo nelle fasce più toccate dalla crisi. Ma coloro che hanno la fortuna di avere un reddito e di guadagnare, oggi risparmiano di più. E’ positivo da un lato, ma dall’altro ha un effetto di alimentare la crisi, perchè il denaro non si riversa sui consumi”.

“Siamo ancora la nazione in Europa con la cassaforte di risparmio più grande. E questo è un punto forza. Le banche devono aiutare a riportare la serenità tra gli italiani, per ritornare a consumare e a investire, per quanto riguarda le famiglie. Le banche sono in difficoltà nei confronti delle imprese perchè hanno il problema dello stock delle sofferenze, quasi il 20 per cento dei soldi prestati alle imprese che non tornano indietro dopo la crisi. Le banche devono essere – conclude – aiutate a smaltire queste sofferenze e devono tornare a finanziare le aziende sane. Solo così potremo uscire dalle difficoltà economiche”.   
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.