Quantcast

Pregi e difetti del latte, se ne parla a Palazzo Galli

Organizzato dall’Associazione Laureati in Scienze Agrarie e Forestali di Piacenza in collaborazione con l’Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Piacenza

Più informazioni su

Venerdì 13 maggio 2016 alle  ore 17.15 nella Sala Panini di Palazzo Galli della Banca di Piacenza (via Mazzini, 14) si terrà il convegno: “Il latte come alimento, pregi e difetti”, organizzato dall’Associazione Laureati in Scienze Agrarie e Forestali di Piacenza in collaborazione con l’Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Piacenza.
 
PRESENTAZIONENon si deve per certo rimarcare il ruolo fondamentale che l’allattamento ha per la puerpera e per il neonato: la FAO e l’organizzazione mondiale della sanità ritengono indispensabile l’allattamento esclusivo al seno per i primi 6 mesi di vita.

Assai diverso è invece l’approccio all’utilizzo del latte (di alcune specie animali soltanto: poiché non tutte si sono adattate a questo tipo di utilizzo) nelle successive fasi della vita e quanto più ci si allontana dall’infanzia.

Se infatti è per sé evidente il particolare valore nutritivo del latte, in particolar modo nell’infanzia, non si può trascurare il fatto che solo da poche migliaia di anni, da quando cioè gli uomini si sono dedicati alla agricoltura, esso è entrato nella dieta umana.

A ciò si aggiunga che l’utilizzazione del lattosio, lo zucchero del latte, può risultare difficile negli adulti, soprattutto di alcune popolazioni, provocando con una certa frequenza sintomi  da intolleranza al latte. Questo spiega un crescente dualismo fra chi continua a ritenere il latte (ed i suoi derivati) come un alimento prezioso, e per questo incluso fra i componenti della Dieta mediterranea (UNESCO, 2010), e chi al contrario tende a collegare il diffondersi di nuove malattie degenerative fra le popolazioni “ricche” (diabete, tumore, infarto, ictus, osteoporosi) proprio con l’aumentato consumo di latte in questi paesi.

L’argomento deve comunque essere discusso e valutato non solo per quanto riguarda gli aspetti correlati alla salute e alla medicina, ma anche per ciò che riguarda la sua produzione e trasformazione, poiché ben diverso è l’alimento che può giungere sulla mensa del consumatore.

PROGRAMMA
Presiede Prof. Gianfranco Piva già Preside Facoltà di Agraria U.C.S.C. di Piacenza

17.15  Accoglienza

17.25 Saluto (Ing. Luciano Gobbi , Presidente Banca di Piacenza – Dr. Augusto Pagani, Presidente Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Piacenza – Prof. Giuseppe Bertoni, Presidente ALSAF)

17.30 “Il latte: caratteristiche chimico-nutrizionali e fattori di variazione” – Prof. Giuseppe Bertoni già Direttore dell’Istituto di Zootecnia U.C.S.C. di Piacenza

17.55 “I processi microbici nella trasformazione del latte: effetti su conservazione e microbismo intestinale” – Prof. Lorenzo Morelli, Preside Facoltà di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali U.C.S.C. di Piacenza

18.20 “Latte e latticini nella prima infanzia e nell’adolescenza” – Dr. Giacomo Biasucci, Direttore reparto di Pediatria, Neonatologia e Pronto Soccorso Pediatrico

18.45  “Latte e derivati : quale ruolo nella alimentazione dell’adulto”  – Dr. ssa Mara Negrati, Responsabile U.O. semplice di Nutrizione Clinica Ospedale G. da Saliceto

19.10  Interventi programmati: Dr. Stefano Fellegara: “Produzione e problematiche della distribuzione del latte e yogurt alimentari”. Dr. Simone Sarra:     “Innovazione nella produzione dello yogurt e nuovi spazi per il consumo alimentare”

19.20  Discussione

19.30  Assaggio di yogurt, formaggi freschi e formaggi DOP piacentini da associare a salse (dolci o salate) e vini della tradizione; accostamenti guidati dal Dr. Emanuele Pisaroni

20.15  Chiusura.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.