Quantcast

Rugby, la selezione toscana Toscana si aggiudica il Memorial Dadati

La crescita tecnica delle squadre è sembrata evidente, l’organizzazione dell’evento, grazie al contributo di tantissimi volontari, è stata impeccabile e tutte le squadre hanno avuto parole di elogio ed hanno manifestato la volontà di tornare alla prossima edizione

Più informazioni su

L’ottava edizione del Festival delle Province under 14, in memoria di Melchiorre Dadati e di Paolo Rossi, si è svolta domenica al campo “Beltrametti” e ha visto la partecipazione di 6 rappresentative provinciali (Piacenza, Parma, Reggio – Modena, Bologna – Ferrara, Romagna ed Emilia under 13) e di 6 selezioni regionali (Veneto, Toscana, Lombardia, Piemonte, Liguria ed il Comitato francese Du Var).

Si è giocata anche la seconda edizione del Torneo femminile under 14 con la partecipazione di 4 selezioni regionali (Veneto, Lombardia, Du Var e Liguria). Il torneo maschile è stato vinto dalla selezione Toscana in finale con il Veneto, mentre quello femminile è stato vinto dal Comitato Du Var.

La giornata non è stata delle migliori da un punto di vista meteorologico: pioggia, vento e basse temperature hanno messo a dura prova la resistenza degli atleti, dei genitori e di tutti i volontari ma la manifestazione è stata comunque un successo sotto tutti i punti di vista.

La crescita tecnica delle squadre è sembrata evidente, l’organizzazione dell’evento, grazie al contributo di tantissimi volontari, è stata impeccabile e tutte le squadre hanno avuto parole di elogio ed hanno manifestato la volontà di tornare alla prossima edizione.

La giornata ha visto la presenza anche di diversi stands, tra cui quello dell’A.I.R.C. (alla quale verranno devolute le offerte ricevute) e quello dell’Associazione “Il sorriso che non si dimentica”, in memoria dell’ indimenticato Pippo Cantoni. Durante le premiazioni Arianna Dadati ha rivolto un saluto in memoria di Dante Bricchi, scomparso di recente.

Questa la classifica finale del torneo maschile:
1° Toscana
2° Veneto
3° Lombardia
4° Du Var
5° Bologna-Ferrara
6° Liguria
7° Parma
8° Piacenza
9° Piemonte
10° Romagna
11° Reggio-Modena
12° Emilia Under 13

Classifica torneo femminile:
1° Du Var
2° Veneto
3° Lombardia
4° Liguria

Sono stati anche assegnati dei premi speciali:
– miglior giocatore del Torneo: Mattia Torchia (Lombardia);
– metaman del Torneo: Tom Satti (Du Var);
– miglior placcatore: Nicolò Di Masi (Piacenza);
– premio Fair Play: Emilia under 13;
– premio miglior pilone: Mattioli Luca (Pr);
– premio dirigente dell’anno: Rossana e Giuseppe Rossi.

UNDER 18 – FAENZA – LYONS  17 – 19
Lyons: Riboli, Bertoli, Dallavalle, Sagner, Belforti, Via, Dal Capo, Eddoukali, Brigati, Monsoni, Hoxha, Nicolini, Di Stefano, Borghi, Groppi. A disp: Spezia, Molinan, Stocchi, Valeri, Perotti, Efori, El Yousfi.
 
Mete: Riboli 2, Belforti 1.
Trasformazioni: Riboli 2/3.
Piazzati: Via 0/1.

RISERVE – RUGBY BIELLA – LYONS  3 – 73
Lyons: Valverde, Cavanna, Montanari S, Gherardi, Rossi, Montanari E, Rivetti, Tarantini, Hess, Cazzarini, Petrusic, Zavattoni, Vaghini, Ceresa, Vitiello. A disp: Cantù, Paratici, Dimroci, Cobianchi, Riccardi.
 
Marcatori: calcio Montanari E. (0 – 3), mt Valverde (8 – 0), mt Hess tr Montanari E. (0 – 15), mt Hess tr Montanari E. (0 – 22), mt Cazzarini (0 – 27), mt Valverde (0 – 32), mt Rossi (0 – 37), mt Rivetti tr Rossi (0 – 44), mt Petrusic (0 – 49), mt Tarantini tr Rossi (0 – 56), mt Valverde (0 – 61), calcio Biella (3 – 61), mt Tarantini tr Rossi (3 – 68), mt Valverde (3 – 73).
 
La formazione bianconera delle Riserve è scesa ieri in campo contro il Biella, giocando il primo tempo in modo contratto. I primi tre punti dei Lyons arrivano dalla piazzola e subito a seguire Valverde segna la prima meta.

Improvvisamente poi i ragazzi si bloccano e con i tre quarti fanno fatica a sfondare, anche a causa dell’ attenta difesa biellese che riesce a chiudere gli spazi negli ultimi metri finali. La superiorità del pacchetto di mischia bianconero si è rivelata più che evidente fin dai primi minuti e diversamente dai tre quarti è stata meglio concretizzata.

Infatti, le successive tre mete del primo tempo sono state costruite grazie ad altrettanti calci di punizione giocati in touch, poi vinte e finalizzate con maul avanzanti in meta.

Nel secondo tempo i leoni cambiano marcia. Giocando con maggior scioltezza, concretezza e attenzione, la squadra riesce a marcare altre otto mete contro un solo calcio piazzato del Biella.

Il divario tecnico e atletico è stato evidente e nella seconda frazione di partita i Lyons hanno imposto un gioco veloce ed efficace, dando dimostrazione di una superiorità che non è mai stata messa in discussione dalla formazione avversaria. E il risultato finale di 73 a 3 ne è la prova concreta.

Domenica 1 maggio sul campo Graziola di Faenza si è svolta la gara di ritorno della seconda fase del campionato regionale Under 18, con una formazione in emergenza  a causa degli infortuni. Nel primo tempo i bianconeri sono concentrati e determinati, riescono a schiacciare nella loro 22 il Faenza con un gioco ed un ritmo elevato mettendo in difficoltà i padroni di casa, che comunque si difendono bene.  

Dal minuto 21 al minuto 26 arriva la svolta: i Lyons trovano il giusto varco e segnano 3 mete, che chiudono così il primo tempo con il parziale di 19 a 0. I ragazzi nella ripresa si sentono al sicuro e l’ ampio vantaggio fa calare la concentrazione.

Il Faenza ne approfitta e con un gioco fisico di tutto cuore si riporta sotto: marcando 2 mete trasformate e un calcio piazzato, porta il risultato sul 17 a 19. Rispetto alle ultime uscite l’ approccio iniziale di gara è andato bene, con i ragazzi che sono riusciti ad imporre il loro ritmo fin da subito. Da rivedere la gestione del risultato, con troppi rischi e troppi falli soprattutto nel secondo tempo.

Per i giovani leoni ora sono previste due settimane di intenso lavoro, in attesa del prossimo importante scontro con la squadra del Florentia previsto a Piacenza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.