Quantcast

Sabato in S.Antonino concerto del Coro Polifonico Farnesiano

Nell'ambito della Rassegna Polifonica Farnesiana si esibiranno le tre formazioni: Voci Bianche, Voci Giovanili e Voci Miste dirette dall’instancabile e straordinario Maestro Mario Pigazzini

Più informazioni su

La Rassegna Polifonica Farnesiana, giunta alla sua XVII° edizione, si è aperta con successo e con una folta partecipazione di pubblico lo scorso 7 maggio con l’esibizione dei due cori ospiti: la Corale “Santa Cecilia” di Nocera Umbra (PG) e la Corale “G. Bonagiunta” di San Genesio (MC).

Un secondo appuntamento con le Voci, il Coro e la Musica è previsto per sabato 21 maggio alle ore 21:00 nella Basilica di S.Antonino e vedrà protagonista il Coro Polifonico Farnesiano al gran completo con le sue tre formazioni: Voci Bianche, Voci Giovanili e Voci Miste dirette dall’instancabile e straordinario Maestro Mario Pigazzini.

Quest’anno la Rassegna assume particolare rilievo in quanto cade proprio in occasione dei festeggiamenti del 40° anniversario di ininterrotta e intensa attività artistica del Coro, ricca di successi e grandi riconoscimenti di stima e apprezzamento sia in Italia che all’estero.

Sotto la direzione del Maestro Mario Pigazzini i tre cori presenteranno un ampio programma sacro che ripercorrerà vari periodi storici dal Rinascimento ai giorni nostri.

Aprirà la serata il Coro delle Voci Bianche con l’esecuzione del Sacerdotes Domini di P. Utto Kornmüller, monaco benedettino bavarese che scrisse molto per coro, soprattutto per le voci bianche dei “pueri cantores” del tempo. Seguirà Hebe deine Augen auf un mottetto a 3 voci bianche tratto dall’Oratorio “Elias” di Felix Mendelssohn.

Di Andrea Basevi, compositore e direttore di coro contemporaneo che da anni si dedica alla composizione di musiche che hanno come protagonisti i bambini e i ragazzi, verrà eseguita Maria Mater gratiae a cui farà seguito Eins Bitte ich vom Herren per coro di voci bianche e organo del compositore barocco Heirich Schütz .

Sarà quindi la volta del brano – O nuit – per soprano solista, coro di voci bianche e organo, dell’illustre teorico della musica barocca francese Jean Philippe Rameau.

Si farà poi un salto nei secoli per arrivare a John Rutter, compositore, e produttore musicale inglese contemporaneo di cui verrà eseguita For the Beauty of the Earth su testo del famoso inno del 1864 di F. S. Pierpoint. Prima di congedarsi le Voci Bianche eseguiranno insieme al Coro Giovanile “Magico canto” del Maestro e fondatore del Coro Farnesiano: Roberto Goitre.

Seguiranno Ave Verum per coro femminile e organo di Gabriel Fauré, considerato uno dei grandi musicisti francesi della fine del XIX secolo; di Maurice Duruflé verrà eseguito un mottetto su tema gregoriano Tota Pulchra per coro femminile a tre voci e, del contemporaneo spagnolo Javer Busto, Salve Regina brano che esalta la bellezza delle voci femminili.

Prima di lasciare spazio al Coro delle Voci Miste verrà eseguita Cantate Domino per soli, coro e organo di Dietrich Buxtehude.

Sarà quindi la volta del Coro Misto che presenterà brani sacri della polifonia rinascimentale per coro misto a 4 voci : Tu solus qui facis mirabilia di Josquin des Pres e O bone Jesu di Loyset Compere e il più conosciuto mottetto di di Giovanni P.L. da Palestrina: Sicut cervus.

Faranno seguito il Cantate Domino di Claudio Monteverdi per coro misto a sei voci che è un invito ad innalzare un canto gioioso a Dio e il mottetto sacro Os justi di Anton Bruckner per coro misto a otto voci.

A conclusione della serata le tre formazioni – Voci bianche, Voci Giovanili e Voci Miste – si uniranno per cantare insieme Alleluja! Lobet den Herrn del barocco Johann Hermann Schein per soli, doppio coro e organo.

Per celebrare il 40° anniversario del Coro verrà allestita una mostra fotografica nella Porta del Paradiso della Basilica e prima del concerto, verso le h. 20.40, in chiesa, sarà proiettato un video realizzato in collaborazione con il regista Davide Signaroldi, che raccontano la storia del “primi 40 anni “ del Coro Polifonico Farnesiano. Suonano all’organo: Tommaso Battilocchi e Alessandro Molinari

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.